Juventus calciomercato: no di Arthur, Jorginho difficile, il centrocampo resta così?

Paratici sta incontrando grosse difficoltà a raggiungere gli obiettivi, Sarri con lo stesso centrocampo nel 2020-2021?

juventus calciomercato arthur jorginho

La Juventus non riesce a rafforzare il centrocampo. È vero, la sessione di calciomercato non è ancora aperta visto che c’è da terminare la stagione 2019-2020, ma sui sa che le trattative prendono corpo molto prima dei trasferimenti veri e proprio. E in questo momento si registra un’oggettiva difficoltà da parte della dirigenza bianconera ad arrivare agli obiettivi fissati, oltre che a cedere gli elementi non più considerati nel progetto. Il brasiliano Arthur ha detto definitivamente no, facendo saltare così lo scambio con Miralem Pjanic. Le contropartite proposte in alternativa dal Barcellona non convincono Fabio Paratici: Vidal e Rakitic hanno 33 anni, per Dembelé i blaugrana vorrebbero anche un importante conguaglio in denaro oltre al cartellino del bosniaco.

Juventus calciomercato: Jorginho difficile

È per questo che nei prossimi giorni la Juventus parlerà con il Chelsea per provare a portare a Torino l’italo Jorginho. Il pupillo di Sarri è valutato 40 milioni, esattamente come Pjanic, ma anche su questo versante ci sono diversi intoppi. Innanzitutto il bosniaco, dopo aver assaggiato il sogno di giocare con Messi, non è entusiasta di trasferirsi a Londra e preferirebbe in questo caso rimanere a Torino e giocare ancora con CR7. Inoltre, per il regista della nazionale italiana c’è la fila e il suo agente ha già lasciato intendere che se la Juve lo vorrà davvero, oltre a convincere il Chelsea, dovrà pareggiare l’offerta economica di due top club.

“A Sarri piace Jorginho – ha ammesso l’agente Joao Santos a Radio Musica Television – insieme hanno lavorato bene. Il mio assistito ha ancora tre anni di contratto con il Chelsea, lui si trova bene a Londra, ma se dovesse arrivare un’offerta importante… In questo senso mi hanno già contattato due top club europei, non italiani”. Un problema in più perché la concorrenza estera fa alzare le pretese di Jorginho e la Juventus non ha alcuna intenzione di ricoprirlo d’oro. Anzi, considerato che attualmente l’italo-brasiliano percepisce circa 6,5 milioni di euro e il nuovo tetto ingaggi fissato da Andrea Agnelli è di 6 milioni, il calciatore dovrebbe anche rinunciare a qualcosa per trasferirsi alla Vecchia Signora.

Sarri con lo stesso centrocampo un altro anno?

Strada in salita, insomma, su tutti i fronti fin qui seguiti e alla fine non ci si dovrà sorprendere se, come paventato da Paratici nelle settimane passate, alla fine la Juventus decidesse di proseguire nella nuova stagione che prenderà il via l’1° settembre, subito dopo il termine di questa, con una rosa quasi immutata.