Dragusin esce dalla trattativa Locatelli: quale futuro per lui?

Per ora Radu Dragusin resta alla Juventus, ma le prospettive di impiego non sono dalla sua

dragusin locatelli juventus

La trattativa che dovrebbe portare Manuel Locatelli alla Juventus, riguarda indirettamente anche Radu Dragusin. Il difensore centrale classe 2002 sembrava potesse essere una delle contropartite in grado di abbassare le pretese del Sassuolo, ma alla fine non se ne farà nulla. Secondo quanto riferisce oggi la Gazzetta dello Sport, infatti, l’affare tra bianconeri e neroverdi si concluderà eventualmente senza contropartite tecniche e Dragusin rimarrà per ora alla Continassa. Con quali prospettive?

Niente Sassuolo per Dragusin: e ora?

Al momento il centrale romeno di 19 anni è il 6° centrale a disposizione di Massimiliano Allegri e con la partenza eventuale di Daniele Rugani, potrebbe al massimo rimanere come 5°, visto che potrebbe essere impiegato anche in Champions League senza occupare posti nella lista UEFA. Ma quanto spazio si potrebbe ritagliare con Bonucci, Chiellini, de Ligt e Demiral davanti? Da escludere a priori la possibilità che Dragusin sia considerato il quarto in caso di partenza del turco, che sarebbe sicuramente rimpiazzato, l’ideale per il romeno sarebbe trovare una soluzione che gli consenta di giocare con continuità.

Via dalla Juventus solo con garanzie di impiego

Di recente, il suo procuratore Florin Manea ha dichiarato che se Dragusin partirà sarà “per andare a giocare”, a proposito dell’ipotesi Sassuolo. Insomma, vorrebbe garanzie di impiego, ma nessuno al momento può dargliele poiché non è che abbia tutta questa esperienza. Inoltre, dopo il rinnovo guadagna 1 milione di euro, che ne rende difficile anche il prestito a club di provincia nei quali solo i migliori arrivano a guadagnare quella cifra. Il rischio è che resti alla Juve per giocare in Serie C con l’Under 23.