Calciomercato Juve: se salta Milik c’è una nuova alternativa

Contatti con l’Arsenal per Lacazette, 29enne centravanti francese che la Juve segue dai tempi del Lione

calciomercato juve milik lacazette

Il calciomercato della Juve si sta spostando verso il reparto d’attacco, dopo aver perfezionato lo scambio di centrocampisti Arthur-Pjanic con il Barcellona. Con Arkadiusz Milik i campioni d’Italia hanno già raggiunto l’accordo per un quinquennale da 4,5 milioni a stagione, ma ora c’è da convincere il Napoli. Aurelio De Laurentiis vorrebbe almeno 40 milioni cash, oppure sarebbe disposto a trattare sulla base delle contropartite Federico Bernardeschi e Luca Pellegrini (in questo caso con conguaglio). Fermo restando che in caso di offerta estera, i partenopei proveranno a convincere il polacco a lasciare l’Italia per non rafforzare una diretta concorrente.

Calciomercato Juve: perché Lacazette

Così come accade in ogni sessione di calciomercato, dunque, la Juve batte anche piste alternative. Di Raul Jimenez, 29enne messicano del Wolverhampton si sa da tempo, ma il nome nuovo, per modo di dire, è quello di Alexandre Lacazette. Ne parlano i francesi de L’Equipe, secondo cui il centravanti dell’Arsenal, 29 anni, potrebbe lasciare Londra nonostante abbia ancora due anni di contratto con i Gunners. Fabio Paratici lo segue sin dai tempio in cui giocava nel Lione e proprio in questi giorni avrebbe ripensato a lui.

L’attaccante low cost per la panchina

Quest’anno, tra Premier League, Europa League ed FA Cup, Lacazette ha collezionato 32 presenze condite solo da 10 gol. Poco per una prima punta, anche se le intenzioni della società bianconera sono ormai evidenti: con Ronaldo e Dybala intoccabili, Maurizio Sarri non schiererà mai un altro centravanti. Il principale indiziato a completare l’attacco del prossimo anno è Dejan Kulusevski, quindi una prima punta serve solo per dare il cambio al numero 10 nelle rotazioni, oppure per subentrare in gare che richiedono un canovaccio tattico diverso. Lacazette potrebbe essere dunque un’occasione, anche perché guadagna poco più di 4 milioni a stagione, cifra in linea con il nuovo tetto ingaggi della Juve (ovvero 9 milioni lordi, circa 6 netti).