Verso Porto-Juventus: Pirlo di nuovo con la rosa corta

La Juventus in Champions League senza Arthur e Cuadrado, in dubbio Ramsey e Dybala, un paio di acciaccati

verso porto-juventus rosa pirlo corta

All’indomani della sconfitta rimediata al Maradona di Napoli, la Juventus ha iniziato a preparare la trasferta col Porto e valida per l’andata degli ottavi di Champions League. I bianconeri sembravano poter arrivare all’appuntamento in migliori condizioni, ma negli ultimi giorni sono successe un po’ di cose che hanno nuovamente accorciato la rosa a disposizione di Andrea Pirlo. In ultimo, l’infortunio occorso a Juan Cuadrado, che sarà sottoposto ad esami oggi, ma che non starà fuori meno di una settimana, saltando dunque Porto e Crotone (lunedì mancherà anche Rabiot per squalifica).

Non ce la farà sicuramente Arthur, centrocampista brasiliano senza cui la media punti della Juventus si è abbassata sensibilmente, passando da 2,2 punti a partita ad 1,8. L’ex Barça proseguirà con le terapie stabilite per la cura della calcificazione ancora per un bel po’ di giorni, ma di sicuro nemmeno lui sarà disponibile per le prossime due gare. Da valutare le condizioni di Aaron Ramsey e Paulo Dybala, che hanno faticato molto a rientrare in gruppo e ad Oporto potrebbero comunque andare in panchina, per poi essere totalmente abili e arruolabili contro il Crotone.

Verso Porto-Juventus: la probabile formazione bianconera

Stringeranno i denti, invece, Leonardo Bonucci e Weston McKennie: il difensore centrale ha approfittato di due turni di riposo per recuperare da un fastidio che lo attanaglia da tempo. Il centrocampista texano, invece,convive con un problema all’anca che costringe Pirlo a centellinarlo, non potendolo mettere totalmente a riposo per via dei tanti match ravvicinati. Sulla base di quanto detto fin qui, contro il Porto la Juventus dovrebbe schierarsi con Szczesny tra i pali, Danilo e Alex Sandro terzini (entrambi ex di turno), Bonucci e uno tra Chiellini e de Ligt al centro. In mediana non hanno alternative Bentancur e Rabiot, mentre sugli esterni agiranno McKennie e Chiesa. In avanti, Kulusevski indiziato di sostituire uno spento Morata al fianco di Ronaldo.