Tutto Juve: si allunga la fila per Dragusin

Sono almeno quattro i club interessati al difensore romeno della Juventus: le ultime novità

tutto juve dragusin

La Juve sta decidendo in questi giorni il destino di Radu Dragusin, difensore centrale romeno classe 2002. Il ragazzo ha prolungato il contratto che lo lega alla Vecchia Signora ad aprile scorso, rinnovando fino al 2025. Il rischio era quello di perdere il ragazzo a parametro zero e secondo quanto riferì a suo tempo l’agente, la stessa dirigenza bianconera gli aveva dato garanzie di permanenza anche per la stagione 2021-2022. Da allora, però, è cambiato tutto nel club bianconero: c’è una nuova dirigenza e c’è un nuovo allenatore.

Tutto Juve: l’interesse del Crystal Palace

Al di là di qualche minuto giocato in campionato e in Champions League, Dragusin non ha collezionato molte presenze nemmeno in Serie C con l’Under 23. Da qui la volontà della Juventus di mandarlo a farsi le ossa “in provincia”. Ieri la Gazzetta dello Sport ha parlato di un interesse del Crystal Palace, ma sembra che la volontà del club bianconero sia quella di tenerlo in Italia, in un club che gli consenta di giocare senza perderne in controllo. Non si esclude addirittura un prestito biennale, perché al di là dell’entusiasmo che spesso generano i giovani nei tifosi bianconeri, il ragazzo ha bisogno di fare esperienza e dimostrare di meritare la maglia della Juve.

Prestito in Serie A la soluzione prediletta

A tal proposito, le soluzioni più probabili sembrano essere ad oggi Genoa, Empoli e Cagliari, ovvero tre club con cui la Juventus ha ottimi rapporti. L’Empoli è una neopromossa e probabilmente gli consentirebbe il maggior minutaggio, ma anche il Cagliari dà molto spazio ai giovani. Con il Genoa c’è un discorso più ampio, poiché la Juve vorrebbe riprendersi subito Nicolò Rovella e Dragusin in prestito potrebbe essere quell’indennizzo chiesto da Preziosi per rinunciare al centrocampista con un anno di anticipo. Rovella, a sua volta, potrebbe entrare nell’affare Locatelli o restare a Torino per volere di Max Allegri.