Tchouameni: la Juve vuole evitare l’asta anticipando l’acquisto a gennaio

Federico Cherubini deve vedersela con Real Madrid, Chelsea e Liverpool

tchouameni juventus mercato

La Juventus vuole evitare l’asta per Aurelien Tchouameni e si sta muovendo di conseguenza per anticipare l’acquisto nel mercato di gennaio. Il centrocampista che il Monaco ha prelevato dal Bordeaux per 18 milioni nel 2020 sta velocemente aumentando il suo valore, complice anche la visibilità che gli sta dando la nazionale di Didier Deschamps. La Juve lo segue praticamente da quando vestiva la maglia dei Girondini, ma non ha mai affondato il colpo. Inevitabile che ora si tutto più difficile.

Tchouameni-Juve: concorrenza agguerrita

Su Tchouameni, infatti, si sono fiondate da tempo anche Chelsea e Liverpool, ma ora pare ci sia anche il Real Madrid. L’irruzione dei Blancos potrebbe avere un solo effetto: aumentare la richiesta dei monegaschi, che ora si aggira sui 40-45 milioni, fino ai 60. È per questo che Federico Cherubini, che lavora da tempo sul ragazzo, si a livello di entourage sia con la dirigenza del Monaco, vorrebbe chiudere l’affare subito. Anche a costo di dover lasciare Tchouameni in prestito nel Principato fino a giugno.

Mercato Juventus: serve una cessione

Sì, perché tra le altre condizioni che si devono verificare per poter portare a Torino subito il francese ci deve essere una cessione. Al momento, lo ricordiamo, la Juventus ha già due calciatori fuori lista Uefa, ovvero Pellegrini e Kaio Jorge. Un terzo rappresenterebbe un altro stipendio da pagare quasi “a ufo” in un momento in cui la Vecchia Signora sta tagliando i costi del personale. Il principale indiziato a partire sarebbe Aaron Ramsey, ma dall’Inghilterra piovono smentite sul suo possibile addio. Nonostante le critiche fatte ai bianconeri dallo stesso centrocampista gallese, lo stesso non avrebbe alcuna intenzione di andarsene, anche perché con il passare dei mesi rimpinguerebbe il suo bottino e quello del suo agente.

La soluzione potrebbe essere, dunque, un’altra partenza, tipo quella di Weston McKennie o Dejan Kulusevski, entrambi elementi che non hanno convinto del tutto mister Allegri.