Superlega: nuovo stop a Ceferin dal tribunale di Madrid

L’UEFA non ha alcun potere sulla Superlega e i club che l’hanno fondata

tribunale madrid uefa ceferin superlega

Il Tribunale mercantile di Madrid non cambia la propria linea in merito alla Superlega: l’UEFA non può sanzionare nessuno. Lo riporta AS, secondo cui i componenti del tribunale mercantile numero 17 ha evidenziato che l’organo presieduto da Aleksander Ceferin, che ha presentato ricorso, non ha alcun poter decisionale nei confronti di una nuova lega. In sostanza, l’UEFA non può multare o escludere una società da Champions o Europa League perché ha fondato una lega o competizione concorrente.

Superlega: che beffa perchi è tornato indietro

Ora si attende che si pronunci la Corte di Giustizia Europea, ma non lo farà in tempi brevi. Bisognerà attendere il 2022 per capire se l’UEFA sia in regime monopolistico e di conseguenza stia violando le normative europee sulla libera concorrenza il mercato. Dopo aver minacciato sanzioni ai tre club rimasti nella Superlega (in realtà formalmente non è uscito nessuno dal contratto), Ceferin si è dovuto fermare davanti all’opposizione di Juventus, Real Madrid e Barcellona. È un paradosso, ma chi non ha chiesto scusa pubblicamente e non si è tirato indietro, è stato iscritto alla Champions League senza colpo ferire. Chi come Inter e Milan o le inglesi ha fatto marcia indietro si è beccato pure la sanzione.