Stipendi Juventus, effetto Ronaldo: è corsa all’aumento

Dall’arrivo di CR7 il monte ingaggi della Juve è quasi raddoppiato

stipendi juventus effetto ronaldo

L’effetto Cristiano Ronaldo è stato molto positivo sul brand della Juventus e sui social network, ma presto lo sarà anche sui conti. C’è però un aspetto che viene visto dai tifosi in maniera controversa: l’aumento esponenziale degli stipendi di tutta la rosa. CR7 guadagna 30 milioni l’anno da quando è a Torino e anche se nessun altro calciatore può sperare di ottenere il suo stesso ingaggio, i rinnovi stanno diventando sempre più esosi per il club bianconero. Nel giro di un anno e mezzo, non è un caso, il monte ingaggi della Juve è quasi raddoppiato.

Più soldi per tutti: monte stipendi Juve raddoppiato

Il primo a rinnovare dopo l’arrivo di Ronaldo è stato Miralem Pjanic che ha chiesto e ottenuto un aumento da 4,5 a 6,5 milioni di euro più bonus. Sami Khedira, subito dopo, è passato da 4,5 a 6 milioni, esattamente come Mario Mandzukic. Aumenti sostanziosi li hanno ottenuti anche Alex Sandro (da 2,8 milioni a 5) e Daniele Rugani (da 2 a 3,5 milioni anche se le sue presenze in campo sono sempre state poche). L’effetto Ronaldo si è riversato anche sugli stipendi dei nuovi acquisti: Aaron Ramsey ha firmato un contratto da 7 milioni annui, una cifra sostanzialmente analoga a quella di Adrien Rabiot, mentre Matthijs de Ligt tra fisso e bonus può superare i 10 milioni.

Rinnovi sempre più pesanti

Ora Fabio Paratici è alle prese con altre trattative di rinnovo e, ad esempio, Wojciech Szczesny chiede un aumento da 4 a 7,5, mentre Juan Cuadrado salirà da 3,5 a 5 milioni. Tra gli altri stipendi da top non possiamo dimenticare poi quelli di Leonardo Bonucci (che ha rinnovato da poco a 7,5), Gonzalo Higuain (7,5), Paulo Dybala (7) e “dell’esubero” Emre Can (6). Insomma, la rosa della Juventus è ormai al top per gli stipendi in Italia e tra le primissime d’Europa, anche se il fatturato non si avvicina a quello dei vari Barcellona, Real, Manchester United e compagnia.