Sarri: “Dybala? Ecco cosa ha detto alla sostituzione contro la Roma”

Il tecnico della Juventus chiude il “caso” nella conferenza stampa alla vigilia di Juve-Udinese

sarri conferenza stampa juventus-udinese coppa italia

Maurizio Sarri lancia la coppia difensiva de Ligt-Rugani mercoledì sera contro l’Udinese in coppa Italia. La Juventus non tornerà sul mercato perché al centro della difesa, nonostante il ko di Demiral e il rientro ancora non completato di Chiellini, si sente abbastanza coperta. «De Ligt è in grandissima ripresa e la partita di Roma l’ha confermato. Rugani, come ha detto il direttore, per noi è un giocatore importante, e lo prendiamo in grande considerazione». Al centro della difesa, inoltre, potrebbe essere adattato anche Emre Can, che occupa quella posizione in nazionale? «Emre Can può fare il centrale nella difesa a 3, come fa in Nazionale. In quella a 4 è un percorso di adattamento un po’ più lungo». A che punto è Chiellini? «Giorgio sta lavorando ancora nelle mani dello staff medico. Lo vedo muovere abbastanza bene, corsa fluida, poi quando andrà con il gruppo sarà più facilmente valutabile. Siamo contenti, ma è ancora da valutare l’efficienza».

Sarri e la formazione anti-Udinese

Considerato che si gioca ogni tre giorni, Sarri effettuerà anche altre rotazioni di formazione: «Veniamo da una partita, 3 giorni fa, in cui abbiamo speso tante energie nervose e mentali. Il nostro obiettivo è di arrivare fino in fondo in Coppa Italia – insiste – perciò troveremo le motivazioni giuste per ricaricare le batterie». In avanti potrebbe essere confermato il tridente, come il secondo tempo della Roma, ma gli interpreti sono ancora da scegliere. «I tre attaccanti sono tutti in buone condizioni. Ronaldo sta bene ed è in un momento straordinario. Voglio parlare con lui domani per capire se schierarlo o meno. Spazio per Pjaca? È un giocatore straordinario che è stato molto sfortunato. Quando ero al Napoli lo avevamo cercato prima che firmasse con la Juve. Se si apre uno spiraglio per lui sono più che contento. Bernardeschi? Federico è molto contento di provare da mezzala, ha le caratteristiche fisiche per farlo, deve solo entrare tatticamente nel ruolo. Lo sta provando con il giusto entusiasmo. Abbiamo tanti sinistri a centrocampo, qualcuno si dovrà adattare a destra. Rabiot lo sta facendo molto bene, sta crescendo in condizione e interpretazione del ruolo, in aggressività, in ritmo, intensità. Dopo un avvio sofferto questo è l’importante».

Tra i pali ci sarà sicuramente il ritorno di Buffon, che si sta rivelando molto prezioso per far rifiatare Szczesny visti i numerosi impegni, oltre a dare una mano importante nello spogliatoio. «Penso che giocherà: lui per noi è una risorsa fondamentale, dentro e fuori dal campo. La valutazione finale sugli altri che scenderanno in campo – sottolinea ancora Sarri – la farò domani mattina».

Dybala? Caso chiuso

Quando a Dybala che non ha gradito la sostituzione nella seconda parte di Roma-Juve, Sarri chiude la questione così: «Con Dybala ci parlo tutti i giorni, mi sta pure simpatico. Non ha fatto niente a Roma, ha chiesto solo “perché mi togliete?”».