Sarri: “Dopo la Coppa Italia ci siamo ripresi, ecco perché ho tolto Ronaldo”

L’intervista di Maurizio Sarri a Sky Sport al termine della vittoria ottenuta dalla Juventus sul Genoa a Marassi

sarri intervista genoa-juventus 1-3

Maurizio Sarri non può che essere soddisfatto per il risultato e per la prestazione sfoderata dalla Juventus a Marassi contro il Genoa. Rispetto alle precedenti uscite, i bianconeri hanno tirato molto di più in porta, anche se probabilmente i rossoblu sono parsi peggio messi nella fase difensiva rispetto alle altre avversarie. “La squadra ha fatto bene nel primo tempo – spiega Sarri a Sky – la palla viaggiava, abbiamo tirato spesso. Su una buona prestazione di squadra, tre perle dei singoli vanno bene. La squadra dopo la Coppa Italia si è ripresa bene con la crescita della condizione fisica”.

A Marassi è andato bene sostanzialmente tutto, anche se il gol subito poteva essere evitato con un pizzico di attenzione in più. Importante che il gruppo sia coeso, anche con quegli elementi che sanno già di andare via: “Con Pjanic non ho neanche parlato – prosegue il tecnico bianconero – abbiamo parlato spesso dopo il lockdown. Sono sicuro che Miralem farà molto bene, è integrato con staff e compagni, non sono preoccupato. Non so se i ragazzi sapevano il risultato della Lazio. Sicuramente lo sapevano, ma se a fine riscaldamento sono andati a sentire il risultato della Lazio ti direi una bugia”.

Sarri: “Rabiot è in crescita”

Tra le note positive c’è la crescita di Rabiot, che dopo la conferma di Bernardeschi potrebbe essere un altro elemento molto utile in questo finale di stagione. “Cresciuta la convinzione? La prestazione di Rabiot è stata positiva, sta crescendo, tutti si aspettano molto da lui, ma non è semplice, ha una storia particolare, ha cambiato nazione e calcio, ha avuto l’interruzione, sta crescendo”, prosegue Sarri.

Infine una battuta su Ronaldo, che forse è stato servito meno rispetto al passato: “Oggi i compagni hanno fatto finta di non vedere Ronaldo? Non ci posso credere, Cristiano nel primo tempo ha tirato molto, lo hanno servito bene, ha tirato cinque volte. Ronaldo quando decide di muovere la palla veloce è il migliore di tutti. Sostituzione? Ho tolto Cristiano perché è quello con più minuti di tutti. L’ha presa abbastanza bene. Ronaldo e Dybala in gol? Hanno imparato a cercarsi di più, una cosa migliore per entrambi. Buffon con il Torino? Non lo so, Gigi ha 47 partite per battere il record di presenze, lo batterà sicuramente”, conclude Sarri al termine di Genoa-Juve.

Bentancur: “Fatto quello che ci ha chiesto Sarri”

Raggiante Rodrigo Bentancur, protagonista dell’ennesima ottima prestazione stagionale: “Abbiamo fatto una bellissima partita – dichiara l’uruguayano al termine della sfida col Genoa – Guardiamo quello che facciamo noi, stiamo facendo bene, dobbiamo migliorare ancora tantissimo ma manca tanto alla fine. Quello che ha chiesto il mister in settimana oggi l’abbiamo provato e fatto bene. Sono molto contento della partita della squadra. Punto di riferimento per la Juve? Credo di sì, credo di essere cresciuto tanto, ogni partita mi sento meglio e stiamo facendo un lavoro incredibile, ma è un lavoro di squadra non di uno solo”.