Ronaldo difende Sarri: “Nessuna polemica, ho giocato anche se non stavo bene”

L’intervista rilasciata da CR7 dopo Lussemburgo-Portogallo: “Ho cercato di aiutare la squadra lo stesso”

ronaldo sarri infortunato intervista

Cristiano Ronaldo smentisce i rumors circolati in questi giorni e dà ragione a Maurizio Sarri. CR7 ha interrotto il silenzio e disinnescato senza mezzi termini le polemiche seguite alla sostituzione avvenuta al 55’ di Juventus-Milan, confermando di aver giocato negli ultimi tempi con problemi fisici. “Nelle ultime tre settimane sono stato limitato – dice Ronaldo al termine di Lussemburgo-Portogallo – . Non ci sono state polemiche, sapete che a nessuno piace essere sostituito…”.

Ronaldo: “Ho cercato di aiutare la Juve anche se infortunato”

Il lusitano, che oggi ha messo a segno il gol numero 99 con la maglia della sua nazionale, dunque, ammette di non gradire mai le sostituzioni, ma non c’è nessuna diatriba in atto né con l’allenatore né con la società Juventus. “Ho cercato di aiutare la Juventus anche da infortunato – ammette – , a nessuno piace uscire ma capisco dato che in quelle due partite non ero al 100%”. “Quando si tratta di sacrificarmi lo faccio, perché so cosa c’è in gioco. L’Inter sta mettendo molta pressione alla Juventus – prosegue CR7 – . Sapevo di non essere al meglio come lo sapeva il club, spero di tornare al 100% il prima possibile”.

Quattro gol in due partite con il Portogallo, che ha staccato il pass per gli Europei, ora Ronaldo pensa tornare al top perché la Juventus è attesa da un altro ciclo di partite molto difficili. Al record dei 100 gol in nazionale ci penserà in seguito. “Il goal numero 100 arriverà in maniera naturale. I miei record devono essere battuti e io li batterò”, conclude.