Riunione Uefa: tre ipotesi per la Champions, quando giocherebbe la Juventus

L’Uefa ha istituito un gruppo di lavoro per provare a stilare i nuovi calendari delle coppe

uefa champions league juventus

L’Uefa ha ufficialmente rinviato gli Europei di calcio al 2021 e istituito un gruppo di lavoro per provare a portare a termine Champions ed Europa League. Ovviamente, dipenderà tutto dall’emergenza coronavirus e dai campionati nazionali, ed è per questo che sono in ballo diverse ipotesi, dalla più ottimistica alla più pessimistica. Nella migliore delle ipotesi, le coppe europee riprenderebbero il 14 aprile, con la Juventus subito a recuperare la sfida di ritorno degli ottavi di Champions contro il Lione. In questo caso, si andrebbe avanti fino alle finali in programma intorno a metà giugno.

La seconda ipotesi prevede la ripartenza dell’Europa League il 30 aprile, mentre la Champions ricomincerebbe il 5 maggio per un tour de force che dovrebbe portare alle finali del 24 e 27 giugno. La peggiore opzione prevede il ritorno in campo europeo dal 13 giugno, con le competizioni che andrebbero avanti fino a luglio inoltrato e probabilmente in edizione “smart”. La situazione è tutt’altro che ben delineata, perché l’emergenza coronavirus segue binari differenti a seconda della nazione: in Italia,ad esempio, siamo nel pieno dell’emergenza, mentre in altri Paesi si è appena all’inizio.

Juventus: niente Champions ma campione d’Italia?

Il rischio, insomma, che non si porti a termine un bel niente. In questo caso, l’orientamento dell’Uefa è quello di chiedere alle rispettive leghe di assegnare i titoli sulla base delle classifiche maturate fin qui. Un’indicazione chiara e che metterebbe in imbarazzo la Serie A, perché se all’estero c’è la disponibilità a riconoscere le vincitrici dei tornei, in Italia non c’è tanto entusiasmo all’idea di decretare la Juventus campione d’Italia 2019-2020.