Rinnovo Dybala: perché Paratici non dice tutta la verità

Le parti sono ancora lontane e sullo sfondo ci sono Chelsea e Barcellona

paratici dybala rinnovo verità

Nel pre-partita di Juventus-Verona, Fabio Paratici ieri sera ha parlato anche del rinnovo di Paulo Dybala. “C’è una volontà chiara da parte della Juve e del giocatore – ha sottolineato subito – Stiamo parlando proficuamente, logicamente questo è un momento molto particolare per tutti, negli ultimi 20 giorni siamo stati anche 15 giorni in isolamento, quindi non potevamo incontrare nessuno. Parliamo e speriamo di arrivare presto a una soluzione ottima per tutti”.

La situazione è però molto più complessa di come viene descritta. Secondo le ultime indiscrezioni riportate da RaiSport e Sportmediaset, Jorge Antun, agente di Dybala, attende un incontro ufficiale con Paratici, per dirsi in faccia le cose che fin qui si sono dette solo al telefono. La posizione del numero 10 è chiara: vuole il raddoppio dell’ingaggio, dagli attuali 7,5 milioni a 15, oltre che un ruolo di protagonista. La titolarità insomma, quella che fin qui nessuno mai gli ha garantito alla Juventus. Un trattamento alla Ronaldo, che decide sostanzialmente in prima persona se e quando fermarsi, altrimenti scenderebbe sempre in campo.

Dybala: la vera posizione della Juventus

La posizione della Juventus è molto diversa, invece, poiché non vuole andare oltre gli 11 milioni di euro e può garantire un ruolo di primo piano solo a livello di immagina a Dybala. Nessuna garanzia di impiego, perché del resto nemmeno Pirlo può dargliela. Ieri sera, contro il Verona, la Joya è tornato titolare dopo tanto tempo, ma già a partire da mercoledì, con il rientro di Chiesa, ci sono alte probabilità di rivederlo in panchina. Di Ramsey, in questo momento, il Maestro non si può privare, e anche se non rientrerà Cristiano Ronaldo, con Morata intoccabile, Kulusevski che ha dimostrato ieri sera di essere imprescindibile, Chiesa rappresenterebbe il completamento ideale del reparto offensivo, sapendo, meglio di Dybala, giocare sulle corsie laterali.

Occhio a Chelsea e Barcellona

Sullo sfondo, dunque, c’è la possibilità che, magari non a gennaio, ma l’estate prossima Dybala lasci Torino. I club interessati sono tanti, dal Chelsea, che farebbe follie già nel mercato invernale, passando per il Barcellona, che saluterà Messi a giugno. Che ci sia proprio in Catalogna il passaggio di consegne tra argentini? Con l’offerta congrua e la possibilità di fare una mega plusvalenza, Paratici non direbbe di no. Come non aveva detto di no nell’estate del 2019, quando fu il calciatore a bloccare tutto.