Ramsey: dopo Euro 2020 torna in Premier League, paga la Juve

Dopo gli Europei il centrocampista gallese saluterà la Juventus, che dovrà però pagare una parte dell’ingaggio

ramsey euro 2020 juventus premier league

Nonostante abbia un contratto valido fino al 2023, Aaron Ramsey lascerà la Juventus dopo gli Europei. Ormai i rapporti tra il centrocampista gallese e la società bianconera sono ai minimi termini. Soprattutto dopo la conferenza stampa dell’ex Gunner dal ritiro della sua nazionale. Le parole di Ramsey pesano come un macigno, poiché dice sostanzialmente di essere maggiormente compreso nel Galles e che lo staff medico e atletico sanno cosa fare con lui. Lasciando intendere, indirettamente, che a Torino invece quando è in difficoltà atletiche (spesso) non sanno che pesci prendere.

Ramsey: tre opzioni in Premier, ma paga la Juve?

Secondo la Gazzetta dello Sport di oggi, dunque, dopo Euro 2020, Ramsey con ogni probabilità tornerà nel massimo campionato inglese. Qualcuno sostiene che possa proprio vestire nuovamente la maglia dell’Arsenal, ma sempre da Londra sarebbero giunti i sondaggi di West Ham e Crystal Palace. La questione è però assai delicata, perché Ramsy percepisce 7 milioni netti più bonus. Se la Juventus non lo svincolerà come free agent, con ogni probabilità dovrà pagare una parte dello stipendio del gallese anche se l’anno prossimo dovesse giocare lontano da Torino.

Due stagioni deludenti a Torino

Si conclude così dopo due anni un’avventura dalla quale tutti si aspettavano di più. “Rambo” aveva grandi aspettative dalla sua esperienza italiana, la Juve credeva molto in lui, ma purtroppo la fragilità fisica non gli ha mai consentito di trovare continuità di allenamenti e prestazioni, andando a vanificare uno sforzo importante fatto dalla dirigenza bianconera. Pur di tesserarlo a parametro zero, infatti, la Vecchia Signora gli ha fatto sottoscrivere un contratto con ingaggio faraonico. Che ora ne rende più difficile la cessione.