Interviste

Questore di Napoli: “Meglio se gli juventini non fossero venuti”

questore napoli tifosi juventus

Stanno facendo molto discutere le dichiarazioni del questore Antonio De Jesu alla vigilia di Napoli-Juventus, che si disputerà con il settore ospite aperto

Il questore Antonio De Jesu è sicuro: sarebbe stato meglio se non fossero arrivati tifosi bianconeri per assistere a Napoli-Juventus. Per il posticipo della 26a giornata di Serie A, il Casms ha deciso di aprire il settore ospite a tutti i supporters della Vecchia Signora, una decisione che ha sollevato polemiche poiché all’andata all’Allianz Stadium poterono assistere al match solo i tifosi azzurri fuori dai confini della Campania. Subito dopo la decisione, la Questura di Napoli si affrettò ad invitare i tifosi della Juve a non indossare simboli bianconeri recandosi al San Paolo, sostanzialmente per evitare di essere aggrediti.

Ieri, parlando a Radio Crc, il questore ha rilasciato ulteriori e discutibili dichiarazioni: “Questa è un’occasione prelibata per dimostrare quanto possiamo essere civili, rispettosi delle regole e capaci di favorire un incontro di calcio in piena serenità. Dal punto di vista dell’ordine pubblico – prosegue – sarebbe convenuto che non arrivassero juventini, ma vedo che i biglietti venduti del settore ospiti sono pochi. La paura è quella che  ci sia un approccio conflittuale per chi ha scelto di tifare la Juventus. Io ho sempre detto e ne sono sempre convinto, purtroppo c’è uno zoccolo duro di ultras che hanno una folle idea di sostegno della squadra”.