Calciomercato Juventus

Pjanic-Barcellona: cosa c’è di vero e la posizione della Juventus

pjanic barcellona juventus

Dalla Spagna giungono voci di un contatto tra Miralem Pjanic e il Barcellona: ai blaugrana il bosniaco piace sul serio, ma la Juventus non lo molla, anzi…

Miralem Pjanic e il Barcellona avrebbero avuto un contatto. Nonostante nei giorni scorsi il centrocampista bosniaco della Juventus abbia addirittura bollato via Instagram come “fake news” le voci di mercato, in Spagna continuano a parlare di un interesse fortissimo da parte dei blaugrana. In particolare, oggi il Mundo Deportivo riferisce che il club catalano farà tutto quello che è nelle proprie possibilità per arrivare al 28enne regista di centrocampo che la Juve ha prelevato due estati fa dalla Roma. Il tecnico Valverde lo ritiene l’erede ideale di Iniesta e la dirigenza del Barça si sarebbe convinta ad arrivare a spendere anche 60-70 milioni per averlo.

Dalle parti della Continassa nessuno conferma né smentisce, ma la strategia del club bianconero è chiara. Massimiliano Allegri, dopo aver trasformato Pjanic da mezzala in regista di centrocampo, non ha al momento alcuna intenzione di privarsene. Il bosniaco ha ancora tre anni di contratto con la Juventus e seppur non sia insensibile alle sirene spagnole, in cambio di un sostanzioso aumento di stipendio, proseguirebbe volentieri la sua esperienza a Torino. Le diplomazie sono dunque al lavoro, e pare che il dg bianconero Beppe Marotta si disposto a prolungare il contratto del numero 5 dal 2021 al 2023 con lo stipendio che dagli attuali 4,5 milioni l’anno a 6.

Pjanic è in vacanza ma…

Attualmente il calciatore si trova in vacanza e tramite le Stories di Instagram sta pubblicando anche i video degli allenamenti cui si sta sottoponendo per non farsi trovare impreparato dalla prossima stagione. Nel frattempo, si tiene in contatto telefonico con il suo agente Michael Becker, che sta continuando a trattare con la Juve per il rinnovo. Il Barcellona, se proprio vorrà strappare Pjanic a Madama, dovrebbe presentarsi a Torino con un’offerta irrinunciabile, ossia dagli 80 milioni in su. Una cifra che poi ipoteticamente potrebbe essere reinvestita (assieme a contropartite tecniche) per provare a prendere Milinkovic-Savic dalla Lazio.