Pirlo: “Niente tridente domani, Ramsey? Non sapevo fosse così bravo”

Le parole di mister Pirlo in conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Dinamo Kiev

pirlo conferenza stampa juventus dinamo kiev

Andrea Pirlo ha parlato alla vigilia di Juventus-Dinamo Kiev, tornando un attimo sulle affermazioni fatte dopo la gara pareggiata col Benevento: il tecnico bianconero aveva lamentato l’assenza di esperienza e personalità. “Non credo di aver detto cose così forti a Benevento. Bisogna avere più voglia di raggiungere il risultato e gestire meglio i momenti della partita. Non penso di essere stato duro – insiste – ma è solo un dato di fatto. Noi pensiamo partita dopo partita, domani c’è la Dinamo. È normale che chi, come Cuadrado e Danilo, ha giocato di più possa riposare. Ma domani abbiamo una gara importante di Champions, giocherà un buon 11”.

Le critiche dei giorni scorsi non turbano però il “Maestro”, che ritiene di essere sulla via giusta nonostante i tanti pareggi. “Non sono preoccupato, non è un peccato di gioventù. Non abbiamo avuto la bravura di chiudere la gara nel primo tempo (a Benevento, ma non solo, ndr), nella ripresa siamo stati poco dinamici nel trovare la soluzione per andare in gol. Qual è il problema? Quando vinci va tutto bene, quando perdi o pareggi nascono problemi che magari non esistono. Sappiamo quello che dobbiamo fare. Dovremmo affrontare le partite tutte allo stesso modo. Non sono soddisfatto al massimo, volevo avere più continuità di risultati ma è normale perché è una squadra nuova con allenatore nuovo e con poca preparazione. Sono sicuro però che i giocatori mi seguono, sanno quello che devono fare”.

Pirlo: “Dybala? Si abbassa troppo per sua indole”

Quanto alla formazione che affronterà la Dinamo Kiev, dovrebbe tornare titolare dopo due panchine Dejan Kulusevski: “Ha sempre giocato nello stesso ruolo da quando è qui – replica Pirlo a chi sostiene che il ragazzo sia in confusione – Ha fatto partite buone e altre meno. Tutti i giovani arrivati qui hanno fatto lo stesso percorso,, abbiamo pensato questo e siamo contenti di quello che sta facendo. Dybala? Lui gioca vicino all’attaccante, poi per indole si abbassa per toccare più palloni senza uomo dietro. Gli ripeto ogni giorno che deve giocare in certi tipi di spazi. Quando viene nella nostra metà campo deve giocare facile e non portare palla, altrimenti si stanca. Deve essere lucido quando poi è vicino all’attaccante per trovare le giocate. Tridente domani? Non penso, con la squalifica di Morata in campionato è meglio che giochi lui e che Dybala si prepari per il derby”.

Infine una battuta sulla stagione di Ramsey, troppo altalenante anche per via degli infortuni: “Non pensavo fosse così bravo, purtroppo l’abbiamo avuto poco per problematiche. Adesso è tornato, pian piano speriamo di riportarlo nella sua condizione. Lui è un giocatore importante per noi”, conclude Pirlo.

alex sandro conferenza stampa juventus dinamo kiev

Alex Sandro: “Ci mancano solo i risultati”

Di fianco a mister Pirlo, in conferenza stampa c’è Alex Sandro, al rientro dopo la panchina di Benevento. “Cosa ci manca? Solo i risultati – dice il brasiliano rispondendo alle critiche di questi giorni – stiamo lavorando bene e siamo in crescita. Quando non si vince alla Juve è un problema, ma siamo abituati, sulla strada giusta. Sappiamo dove dobbiamo migliorare. Io sto sempre meglio e sono a disposizione. Il nuovo mister? È cambiato il modo di giocare, però la sua mentalità l’abbiamo capita sin da subito. Ogni giorno miglioriamo, vedo che stiamo lavorando sempre meglio e ci conosciamo sempre di più. L’infortunio? Non sono mai stato così tanto tempo fuori dal campo. Però ho recuperato bene, mi sento meglio – conclude Alex Sandro – e preparato per giocare domani”.