Pirlo: “Buffon rinnova? Speriamo. Fagioli come me, ha futuro da regista”

Le parole di Andrea Pirlo al termine di Juventus-Spal 4-0

pirlo juventus spal 4-0

Andrea Pirlo ha commentato la vittoria ottenuta dalla Juventus sulla Spal per 4-0 ai microfoni di Rai Sport. “Sì, era il nostro obiettivo quello di passare il turno – esordisce il “maestro” – l’abbiamo fatto contro una squadra che stava facendo molto bene nel suo cammino sia in campionato che in Coppa Italia, quindi era importante affrontarla con la giusta attenzione. Lo abbiamo fatto fin dal primo minuto e poi abbiamo avuto una partita in discesa anche grazie all’approccio che hanno avuto i miei giocatori”.

Ora la Juve è attesa da 9 partite in 30 giorni, un tour de force nel quale non si potranno commettere errori. Per Pirlo non è una novità: “È dall’inizio della stagione che abbiamo impegni ravvicinati, abbiamo giocato tutta la stagione ogni tre giorni, quindi ormai abbiamo preso l’abitudine. Ci saranno partite importanti, però noi dobbiamo guardare una partita alla volta. Sabato giocheremo a Genova contro la Sampdoria che è già un impegno importante per il nostro prosieguo, quindi adesso ci concentriamo sulla gara di Marassi”.

Pirlo su Buffon e Fagioli

Si parla da qualche giorno del rinnovo di Buffon, il tecnico bianconero dà immediatamente il suo assenso: “Lo speriamo, è un giocatore che sta bene, sta dimostrando tutti i giorni che può giocare ancora a calcio, quindi se rimane con noi – sottolinea – ci fa solo piacere”. Intanto, la Juventus si gode i tanti giovani che stanno trovando spazio in prima squadra quest’anno: “La Juve è stata la prima e unica a fare la seconda squadra. Una scelta azzeccata anche per questi giocatori – aggiunge Pirlo – Un conto è pescare in Primavera, un conto in Lega Pro dove fanno tanta esperienza. Bisognerebbe aprire la mente delle altre società, è importante avere una seconda squadra per la crescita dei giovani. Fagioli? È un ragazzo molto interessante, si allena con noi da qualche tempo. Può fare il regista, cresciuto come me da trequartista ma è portato alla costruzione e ha questo futuro. Ha grande visione di gioco, tecnica e testa. Aspettiamolo e non diamogli troppe responsabilità, ma ha fatto una grande partita”.

Un altro derby d’Italia

Ottima la prestazione di Kulusevski, che dopo un periodo di appannamento sta trovando continuità di prestazioni: “Può ricoprire più ruoli, oggi per esigenze ha fatto l’attaccante. Può stare ovunque praticamente, è molto interessante, vive un buon momento fisicamente e mentalmente. Peccato sia squalificato sabato – ricorda – ha tempo per recuperare. Dietro in campionato? Anche quando sono arrivato io il primo anno siamo rimasti dietro per quasi tutto l’anno e poi abbiamo vinto. Dipende solo da noi, il nostro cammino è nostro, stiamo sul pezzo e andiamo avanti, mancano ancora tante partite. Un altro derby d’Italia? Ci prepareremo. Siamo contenti perché il nostro obiettivo – conclude – è anche la Coppa Italia quindi saremo pronti”.