Orsolini torna alla Juventus: accordo con il Bologna per il controriscatto

In estate Orsolini tornerà alla Juve per 26 milioni di euro

orsolini juventus bologna controriscatto

La Juventus ha deciso di riportare a casa Riccardo Orsolini: lo scrive oggi il Corriere di Torino. Il 23eenne attaccante esterno di Ascoli Piceno, dopo la parentesi non esaltante all’Atalanta, è giunto a piena maturazione quest’anno con la maglia del Bologna. Merito soprattutto di mister Mihajlovic, che è riuscito a motivarlo e impiegarlo come nessun altro negli ultimi anni. In questa stagione, Orsolini ha collezionato tra campionato e Coppa Italia 24 presenze, condite da 7 gol (17 reti nell’ultimo anno e mezzo) e 5 assist. Uno score di tutto rispetto e che avrebbe convinto Fabio Paratici a farlo rientrare nella rosa bianconera.

Acquistato dall’Ascoli a gennaio del 2017 per 6 milioni più 4 di bonus, Orsolini è rimasto fino al termine di quella stagione in Serie B nelle Marche. Nel campionato successivo è stato girato in prestito all’Atalanta, ma sotto la guida di Gian Piero Gasperini il ragazzo ha trovato pochissimo spazio, da qui la decisione di spostarlo a Bologna a gennaio 2018. Inizio in salita in rossoblu, ma il club emiliano ha creduto molto nel ragazzo che è cresciuto rapidamente e la ha deciso di riscattarlo al termine della passata stagione spendendo l’estate scorsa qualcosa come 15 milioni di euro (11 milioni di euro di plusvalenza per Paratici).

Orsolini-Juventus: 26 milioni per il controriscatto

Per non perdere definitivamente il controllo di Orsolini, la Juventus ha mantenuto un accordo di controriscatto sulla parola valido al termine delle stagioni 2019-2020 e 2020-2021. Ebbene, secondo il quotidiano torinese, sarebbero caduti tutti i dubbi dalle parti della Continassa e al termine di questo campionato Orsolini rientrerà a Torino per una cifra intorno ai 26 milioni di euro. Cifra che si va ad aggiungere ai 44 circa spesi per Dejan Kulusevski e che serve per ringiovanire una rosa che ha tanti elementi in avanti con gli anni soprattutto tra centrocampo e attacco.

Ora tocca a Sarri…

Ovviamente, si spera poi che Orsolini non abbia quei “problemi di adattamento agli schemi” che ha avuto ad esempio Emre Can. Se Sarri non boccerà, il nuovo esterno offensivo porterà alla cessione eccellente nello stesso ruolo (sono tutt’altro che sicuri della conferma Federico Bernardeschi e Douglas Costa), altrimenti potrebbe essere rivenduto ad una cifra importante per mettere a bilancio una nuova plusvalenza.