Nedved replica agli azionisti: “Le vostre parole mi fanno male, non cambio”

L’intervento del vicepresidente durante l’assemblea degli azionisti della Juventus

nedved azionisti juventus

Pavel Nedved, vicepresidente della Juventus, è stato sostanzialmente accusato durante l’assemblea degli azionisti di essere lì per amicizia nei confronti di Andrea Agnelli ed è anche stato criticato per i suoi atteggiamenti in tribuna. Presa la parola, il dirigente ceco ha così risposto agli azionisti della Juventus: “Volevo reagire con tranquillità e serenità e spiegare un po’ quello che penso. Non si può svolgere un ruolo così prestigioso essendo solamente amico del presidente – replica – Non credo che la proprietà lo pretenderebbe. Ho sempre sentito tante responsabilità. Ci sono critiche giuste da parte vostra, perché il mio comportamento non è sempre stato al massimo. Fa parte del mio carattere, ma agirò sempre per il bene della società. Lo farò fino all’ultimo giorno in cui mi verrà data questa possibilità. Sentire le vostre parole mi fa male, ma è il mio carattere non posso cambiare”.

In conferenza stampa, poi, ha risposto così alle domande dei giornalisti: “Abbiamo avuto dei successi con giocatori in età avanzata. Due anni fa abbiamo iniziato a cambiare la squadra. A cercare di ringiovanirla, pur mantenendo il risultato sportivo che chiaramente non è così semplice quando inserisci giocatori giovani. Sapendo comunque che conta il risultato, la vittoria. Siamo consapevoli e sappiamo cosa dobbiamo fare. Sappiamo tutti cosa fare. Lo sanno anche i giocatori. Questa società ce l’ha nel DNA la vittoria. Lo stiamo seguendo. Abbiamo difficoltà – ammette Nedved – perché abbiamo avuto un periodo bello, l’ultima non è andata come speravamo. Ma domani ce n’è già un’altra. Ripartire e fare risultato”.

Nedved: “Rosa all’altezza dei primi posti”

Ovviamente, di scudetto ora non ha senso parlarne. “Sì, io mi allineerei all’allenatore. Parlare di scudetto e obiettivi è difficile, pensiamo a una partita alla volta. Pensiamo agli avversari davanti a noi, cercando di recuperare posizioni. Parlare di obiettivi in questo momento è difficile, abbiamo meno punti – prosegue – ma dobbiamo pensare che ci sono tante partite da giocare, si può recuperare tranquillamente. Rosa sufficiente? Sì, crediamo lo sia. La rosa è molto buona. Vogliamo il massimo dai giocatori. Interventi a gennaio li valuteremo, ma credo sia di valore assoluto per i primi posti”.

Il rinnovo di Dybala

Infine una battuta sul rinnovo di Dybala: “Siamo a un buonissimo punto, è tornato in forma a giocare le partite. Aspettiamo un attimo e cerchiamo di chiudere. Ma siamo a un buonissimo punto”, conclude Nedved.