Mercato Juve ultima ora: Jorginho rompe col Chelsea, Paratici si fionda

Zero minuti giocati dopo la sosta: Jorginho non è più contento al Chelsea, Lampard non lo ritiene indispensabile, la Juventus è pronta

mercato juve ultima ora jorginho

Importanti novità di mercato per la Juve dall’Inghilterra: secondo le notizie dell’ultima ora, tra Jorginho e il Chelsea i rapporti sarebbero diventati tesi. Dal rientro dalla sosta forzata, il regista italo-brasiliano non ha mai giocato, zero minuti per lui tra Premier League ed FA Cup, con il tecnico Lampard che gli ha preferito stabilmente Kanté nel ruolo di playmaker. Eppure, prima del lockdown sembrava andasse tutto bene tra il calciatore e la società londinese, nonostante qualche vicenda di gossip finita sulle prime pagine dei giornali: 37 partite, 7 gol e 2 assist.

Mercato Juve ultima ora: contatto col Chelsea

Al rientro in campo, però, il manager dei Blues ha deciso di cambiare e i risultati (tre vittorie ed una sconfitta) per ora gli stanno dando ragione. È evidente che con gli Europei in vista, Jorginho non possa accettare di fare il panchinaro al Chelsea e, secondo l’edizione odierna di Tuttosport, Fabio Paratici ha già fatto un primo sondaggio con la dirigenza del club londinese. Il contatto è avvenuto prima della chiusura per Arthur, periodo in cui il CFO bianconero era maggiormente impegnato sul versante spagnolo. Ora che la questione per il brasiliano è chiusa, la trattativa sarà quasi certamente approfondita, perché Maurizio Sarri insiste per riavere a disposiione il suo pupillo.

Sarri insiste per Jorginho, ma chi parte?

Il Chelsea chiede almeno 40-45 milioni, la Juve vuole provare ad inserire nell’affare una contropartita tecnica. Resta da capire, a questo punto, quale sia il progetto per il centrocampo della Juventus 2020-2021. L’eventuale arrivo di Jorginho, infatti, con Arthur nel ruolo di mezzala destra, farebbe finire in panchina Rodrigo Bentancur, attualmente il migliore in assoluto del reparto. Da definire, poi, il destino degli altri mediani in rosa, con Rabiot che dovrebbe avere un’altra chance, mentre uno tra Khedira, Matuidi e Ramsey dovrà essere ceduto per fare spazio nelle liste che saranno compilate per la Serie A e sopratutto per la Champions League.