Juventus news

Mandzukic: dal rischio cessione in estate al rinnovo a vita

mandzukic cessione rinnovo

Dal possibile addio estivo all’inizio di campionato boom: Mandzukic è ora un punto fermo della nuova Juve di Ronaldo ed è prossimo al prolungamento

Mario Mandzukic è stato vicino all’addio alla Juve l’estate scorsa. Lo riferisce oggi la Gazzetta dello Sport, secondo cui dopo aver “tirato la carretta” sulla fascia sinistra per tre stagioni, il 32enne centravanti croato ha pensato a lungo ad una nuova squadra che gli consentisse di tornare al centro dell’attacco. I corteggiatori non mancavano, dalla Bundesliga alla Premier League, senza dimenticare la Cina, che però non ha mai entusiasmato “Marione”. Dopo averci pensato a lungo, però, ed averne parlato con mister Allegri, Mandzukic ha deciso di restare con grande soddisfazione anche da parte della dirigenza bianconera.

Sia chiaro una volta per tutte a coloro i quali insistono col dire “bisognava vendere il croato e non Higuain” che in realtà i due destini non sono mai stati connessi. Al momento dell’acquisto di Cristiano Ronaldo, la Juventus è stata costretta a vendere l’argentino per esigenze di bilancio, essendo il calciatore che più “pesava” sui conti. Cedere Mandzukic non sarebbe servito a far respirare le casse dopo un investimento globale di oltre 250 milioni per il portoghese. Alla fine, dunque, l’ex Bayern è rimasto a Torino e ancora una volta ha avuto ragione Allegri, che ogni volta che si è affidato a lui nelle partite che contano soprattutto in Europa (Real, Manchester City, Barcellona…) non è mai stato tradito (si può dire lo stesso del Pipita?).

Mandzukic: media gol e assist super

In questo inizio di stagione, anche per la presenza in campo di CR7, Mandzukic è stato uno dei migliori. Ogni tanto ha tirato il fiato, inutile negarlo, perché non è più un ragazzino, ma il bilancio delle ultime 6 gare è di 4 gol e due assist, una media che “Iron Mario” non aveva da tempo. Con Ronaldo l’intesa cresce di partita in partita: ad Udine il croato ha servito il portoghese per il suo gol, mentre nella gara precedente era stato proprio CR7 a mandare in gol Mandzukic per ben due volte. Tornando al centro dell’attacco, il numero 17 bianconero è nuovamente in grado di giganteggiare senza logorarsi per rientrare ad aiutare la difesa, anche se la battaglia non lo ha mai impaurito.

Allegri era stato chiaro prima dell’inizio del campionato: “Mandzukic tornerà a fare l’attaccante e farà bene”. Per ora i piani sono perfettamente rispettati e visto che il contratto di Mario è in scadenza a giugno 2020, già si parla di un rinnovo che gli consentirebbe sostanzialmente di chiudere la carriera alla Juve.

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi