Verso Juventus-Verona: turnover sì, ma moderato, Sarri è stato chiaro

Nessuna rivoluzione alla Juventus in vista del match di sabato col Verona, solo qualche rotazione

verona juventus sarri turnover

La Juventus rientra subito a Torino dopo il pari ottenuto al Wanda Metropolitano contro l’Atletico Madrid. Non c’è un attimo da perdere, perché c’è da preparare la sfida con il Verona in programma sabato 21 settembre alle ore 18. Per l’occasione, Maurizio Sarri effettuerà sicuramente delle rotazioni, ma non molte, perché il tecnico ha già ribadito a Madrid che la sua squadra non può permettersi 7-8 modifiche di formazione, ma al massimo 2-3.

Verona-Juventus: tocca a Dybala

Insomma, bisogna capire chi farà riposare e chi no il tecnico bianconero. L’impressione è che il primo cambio dovrebbe essere la presenza di Dybala al centro dell’attacco al posto di Higuain. Intoccabile CR7, Cuadrado e Bernardeschi si giocheranno una maglia per il posto di attaccante esterno destro, mentre in difesa dovrebbe cambiare davvero poco, considerato che i terzini sono praticamente obbligati (Danilo e Alex Sandro) e i centrali hanno bisogno di trovare affiatamento. Non è escluso, comunque, che abbia una chance uno tra Rugani o Demiral.

Si rivede anche Buffon

A centrocampo potrebbero esserci due novità: Bentancur potrebbe essere il regista al posto di Pjanic, che sta giocando nonostante sia acciaccato da diverso tempo. Dovrebbe avere un turno di riposo anche Khedira, al cui posto si candidano addirittura in tre: Rabiot, Emre Can e Ramsey. Ne giocherà soltanto uno, ovviamente, mentre gli altri potrebbero giocarsi le loro possibilità nel turno infrasettimanale contro il Brescia. Dopo quattro partite consecutive giocate da Szczesny, infine, potrebbe toccare finalmente a Buffon.