Juve: Sarri non rescinde e può incassare anche i bonus trofei di Pirlo

Maurizio Sarri vuole un top club e fino a quando non lo troverà non farà sconti ad Agnelli

sarri juve bonus pirlo

Maurizio Sarri non rescinderà il contratto che lo lega alla Juventus fino al 2022. Lo scrive oggi il Corriere di Torino, secondo cui il tecnico esonerato da Andrea Agnelli al termine della passata stagione avrebbe comunicato alla società la sua decisione. Secondo indiscrezioni giornalistiche delle settimane passate, Sarri aveva già rifiutato la panchina della Fiorentina, perché dopo Chelsea e Juve intenderebbe allenare solo club di prima fascia. Insomma, è disposto ad aspettare, a stare fermo ancora un po’ in attesa che arrivi la chiamata giusta.

Sarri fa il tifo per Pirlo

Senza un’offerta di un top club, avrebbe fatto sapere alla Juventus che non firmerà alcuna risoluzione consensuale del contratto. Inoltre, Sarri è convinto di non essere stato trattato bene da Agnelli, per questo motivo non farà passi verso la società bianconera se non avrà un altro contratto in mano. Morale della favola, la società bianconera dovrà continuare a pagare il tecnico nato a Napoli ma trapiantato a Figline Valdarno fino a quando non scadrà il contratto. Sarri incasserà 6 milioni di euro più i bonus che deriveranno da eventuali trofei conquistati dalla Juve di Andrea Pirlo. Insomma, all’ex tecnico di Empoli, Napoli e Chelsea, conviene fare anche il tifo per il suo successore