Calciomercato Juventus

Inzaghi nel futuro Juve? Garantisce l’amico Paratici

simone inzaghi juve
Scritto da Redazione JM

La Gazzetta dello Sport di oggi rivela perché Simone Inzaghi sia indiziato di sostituire Massimiliano Allegri: il diesse Fabio Paratici suo amico e di Pippo

Simone Inzaghi è il principale indiziato a sostituire Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus. Non subito si intende, poiché curiosamente entrambi i tecnici hanno contratti che li legano ai rispettivi club fino al 2020. È chiaro che nel calcio i contratti sono fatti per essere rotti da un momento all’altro, ma al momento né Agnelli né Lotito hanno alcuna fretta di cambiare guida tecnica. Comunque sia, che la Juve sia fortemente attratta dall’attuale tecnico biancoceleste è un dato di fatto.

Dopo la gavetta nel settore giovanile della Lazio, Simone Inzaghi si è affermato in prima squadra quale allenatore serio e preparato. Alla Vecchia Signora piace molto il suo stile, sobrio e mai sopra le righe, perfetto per un club che cura con molta attenzione la propria immagine e quella dei propri tesserati. In bianconero, poi, il tecnico biancoceleste ha uno sponsor particolare, come rivela oggi la ‘Gazzetta dello Sport’. Si tratta di Fabio Paratici, direttore sportivo che con ‘Inzaghino’ non ha mai giocato assieme, ma ha condiviso l’adolescenza, cene, vacanze etc. Insomma, un’amicizia che va ben oltre il calcio.

Paratici conobbe il fratello Filippo quando erano Esordienti e da lì ne nacque un’amicizia che ha coinvolto con il passare degli anni le rispettive famiglie. Nel frattempo, Filippo Inzaghi approda alla Juventus, con cui giocherà per 4 anni prima di passare al Milan, mentre Simone aveva la sua dignitosissima carriera condita anche da tre convocazioni con la nazionale maggiore. Chiuse le rispettive carriere da calciatore, Filippo ha avuto un avvio “traumatico” in Serie A con il Milan, ma sta pian piano risalendo la china con il Venezia, mentre per Simone l’impatto con il massimo campionato è stato ottimo.

Inzaghi e lo sgarbo a Paratici

In estate è arrivato anche il primo trofeo, la Supercoppa strappata proprio alla Juve di Paratici e che lo ha definitivamente consacrato anche agli occhi della dirigenza torinese. Non sarà facile convincere Lotito a lasciarlo andare, ma la Vecchia Signora ha già pronto un progetto per portare il tecnico laziale a Torino, presto o tardi.

Commenta