Icardi ha lasciato il ritiro dell’Inter: la Juve che fa?

icardi ritiro inter juve

Sta finendo nel peggiore dei modi l’avventura all’Inter di Mauro Icardi. Oggi il club nerazzurro ha annunciato che il centravanti argentino continuerà ad allenarsi da solo a Milano. “Il club e l’attaccante argentino – si legge nel tweet ufficiale dell’Inter – hanno preso questa decisione di comune accordo. Icardi proseguirà il suo percorso di ricondizionamento atletico nei prossimi giorni e non prenderà parte al Summer Tour in Asia”. Antonio Conte aveva già deciso che Icardi avrebbe potuto svolgere solo la parte atletica assieme ai compagni, ma gli sarebbe stata negata la partecipazione alla tattica.

È anche per questo motivo che si è giunti a questa decisione che altro non farà che svalutare ulteriormente il cartellino dell’attaccante. I 110 milioni della clausola rescissoria valida solo per l’estero sono ormai una cifra lontanissima dal valore attuale di Icardi, che ha già trascorso diversi mesi della passata stagione in tribuna. La Juve sta alla finestra, con il Napoli che sembra essersi abbastanza defilato negli ultimi giorni. Una strategia di De Laurentiis volta ad ottenere un ulteriore sconto?

Icardi alla Juve low cost?

Si è parlato qualche giorno fa di una proposta da 70 milioni del club partenopeo per Icardi, ma il patron del Napoli ha smentito seccamente. Di certo c’è che la Juventus non andrà oltre i 40 milioni di euro per un calciatore che l’Inter ormai deve vendere a tutti i costi per non correre il rischio di dover pagare a vuoto il più alto stipendio della rosa. Ovviamente, prima dell’acquisto di Icardi, Fabio Paratici dovrebbe sfoltire l’attacco nel quale attualmente ci sarebbe qualcosa come tre calciatori in esubero: Higuain, Kean e Mandzukic (che però vuole provare a convincere Sarri assieme a Khedira).