Guardiola alla Juventus grazie a due sponsor?

guardiola adidas maserati

Maurizio Sarri continua ad essere indicato come il candidato numero uno, ma resiste anche Pep Guardiola per il futuro della panchina Juventus. I giornali ne parlano come “piano B”, ma al cospetto di questo nome non può esserci nessun altro piano che possa venire prima. Se davvero il club bianconero è sullo spagnolo, lo è come prima scelta, mentre tutto il reste viene dopo, nel caso in cui l’obiettivo principale fallisca. Ebbene, secondo quanto riferiscono oggi Il Giornale e Tuttosport, Guardiola alla Juve sarebbe ancora possibile, ma solo grazie ad un doppio aiuto esterno.

Maserati e Adidas portano Guardiola alla Juventus?

Si parla infatti di Maserati, marchio automobilistico che vorrebbe fare del tecnico spagnolo il suo prossimo testimonial, ed Adidas, sponsor tecnico di Guardiola e della Vecchia Signora. Il brand tedesco è rimasto fuori dalle finali europee di quest’anno ed intende rilanciare la propria immagine a tutti i costi. Dopo aver prolungato da poco (con tanto di aumento di commissioni)  l’accordo con la Juventus, Adidas finanzierebbe in parte l’operazione Pep. Il tecnico pluridecorato, infatti, costerà qualcosa come 24 milioni l’anno per quattro anni, ma prima ci sarà da pagare una penale salatissima al Manchester City, con cui ha ancora due anni di contratto.

L’indizio di Paratici

Insomma, operazione difficile, ma chi ha confezionato gli articoli possibilisti si basa anche su un indizio legato alle parole di Fabio Paratici di quale giorno fa. Il responsabile dell’area tecnica bianconera ha dichiarato di voler attendere la fine di tutte le competizioni, non solo l’europa League in cui era impegnato Sarri. Insomma, si aspetterebbe anche la finale di Champions perché al suo triplice fischio finale potrebbe esserci un valzer delle panchine con Maurizio Pochettino al City che libererebbe Guardiola appunto per la Juventus.

Jmania.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.