Emre Can flop: bocciato anche da chi lo ha invocato a lungo al posto di Khedira

Deludente sotto ogni punto di vista la prestazione di Emre Can contro il Sassuolo

emre can juventus sassuolo

Tanti voti negativi per la Juventus che ha pareggiato ieri in casa con il Sassuolo, ma uno dei flop che stanno facendo più rumore è quello di Emre Can. Il centrocampista tedesco è stato a lungo invocato da una buona parte della tifoseria per sostituire il connazionale Sami Khedira, ritenuto logoro e non più all’altezza di giocare ad alti livelli. Il risultato è stato molto deludente, perché l’ex Liverpool è stato impreciso sotto porta e per giunta per niente ermetico in fase di interdizione, uno dei suoi punti di forza. Insomma, è bastato poco per essere scaricato dagli allenatori da social network.

Una prestazione che per certi versi ha dato ragione a Maurizio Sarri, che fin qui lo ha preso in considerazione dal primo minuto solo due volte. Il tecnico bianconero ha sin dall’inizio lasciato intendere che se lo aveva escluso dalla lista Uefa al pari di Mario Mandzukic, era perché in allenamento non lo aveva convinto. Per caratteristiche Emre Can non sembra essere adatto ai movimenti che chiede l’allenatore della Vecchia Signora, al fraseggio breve e all’imbucata per vie centrali. C’è anche da dire che non è affatto facile trovare il ritmo partita ed entrare nei meccanismi se si gioca molto poco come accade appunto al 25enne tedesco. A poco serve il fatto di essere rientrato nel giro della nazionale, perché lì al massimo si fanno 1-2 partite in un mese solare.

Emre Can verso l’addio a gennaio

Per tornare il centrocampista ammirato al Liverpool e in alcuni frangenti della passata stagione, Emre Can ha bisogno di essere messo in un contesto a lui consono e di giocare con maggiore continuità. È anche per questo motivo che a gennaio con ogni probabilità lascerà Torino. Ieri Fabio Paratici ha dribblato abilmente la domanda: “Puntiamo a mantenere quasi tutta la rosa nel mercato di riparazione”, ha replicato il dirigente della Juventus, lasciando intendere di voler cedere gli esuberi, ma non proprio tutti. Di sicuro il tedesco non rimarrà fino alla fine della stagione alla Juve con i presupposti attuali e senza la possibilità di giocare la Champions. Considerato che Sami Khedira e Blaise Matuidi sono ritenuti molto preziosi, che Rodrigo Bentancur è in forte ascesa, Adrien Rabiot e Aaron Ramsey rappresentano due investimenti da difendere fino a fine stagione, il destino di Emre Can sembra essere segnato.