Cuadrado: “Tornare in Colombia? Ci ho pensato ma…”

Le parole dell’estero colombiano della Juventus, attualmente in isolamento nella sua casa di Torino

cuadrado colombia coronavirus

Juan Caudrado, jolly laterale della Juventus, è stato intervistato da ESPN. Il prossimo 26 maggio il colombiano compirà 32 anni e non giocherà ancora per tanti anni. La Juve, però, gli ha da poco prolungato il contratto fino al 2022 e ha intenzione di sfruttarlo, da terzino o ala, fino a quando sarà in grado di competere ad alti livelli. In Colombia si parla del suo ritorno nel club che lo ha lanciato nel grande calcio, ma per ora Cuadrado non ha intenzione di farlo prima del suo nuovo accordo con la Vecchia Signora: “Ho pensato di tornare all’Independiente de Medellin – ammette – ma magari succederà più avanti”.

Cuadrado: “Rugani e Matuidi stanno meglio”

Attualmente Cuadrado si trova in isolamento volontario per via della positività al coronavirus di due suoi compagni. Ovviamente, l’emergenza non lo preoccupa più di tanto, ma è importante rispettare i divieti imposti dalle autorità. “Siamo tranquilli perché i nostri compagni Rugani e Matuidi stanno molto meglio e stiamo seguendo le indicazioni del Governo. Colombia? Non voglio che le persone prendano alla leggera questa situazione – aggiunge – Qui in Italia è abbastanza difficile. Dobbiamo fare attenzione a quello che dicono le autorità e il nostro presidente. È qualcosa per il nostro bene, la gente non crede ma i casi sono aumentati con il passare del tempo, dobbiamo prendere le misure necessarie per fare in modo che in Colombia ci siano meno casi di quelli che ci sono qua in Italia”.