Commisso: “Partita decisa dall’arbitro, la Juventus deve vincere sul campo”

Il patron della Fiorentina furioso dopo i tre gol subiti dai suoi all’Allianz Stadium

commisso juventus fiorentina

Rocco Commisso attacca l’arbitro e l’utilizzo della VAR al termine di Juventus-Fiorentina. Il patron viola, grande tifoso bianconero, sostiene che la partita sia stata pesantemente condizionata dalla direzione e che la Juve non ha bisogno di questi aiuti: “Voglio dire questo – le sue parole a DAZN – sono qui da 6 mesi, non critico mai gli arbitri. Ma non possono decidere le partite. Sono disgustato, con il Genoa non ci hanno dato rigore. Qui ci hanno dato due rigori: il primo forse c’era, il secondo no. Non possono decidere le partite. I ragazzi devono vincere in campo. La Juve con 350 milioni di stipendi non hanno bisogno di aiuti da parte degli arbitri, sono disgustato da quello che ho visto oggi, ma anche settimana passata col Genoa. Si deve aiutare il calcio nei modi giusti, in tutto il mondo non si può vedere la situazione di oggi. Non ho mai parlato in 6 mesi, la Juve deve vincere sul campo. Non dev’essere aiutata dagli arbitri”.

Commisso: “La Juventus deve vincere sul campo”

Nel mirino di Commisso i due rigori concessi alla Juve: concessioni sulle quali si può discutere se solo si accettasse di discutere anche su quello evidente non concesso prima a Ronaldo. “​Lasciate che la Juventus vinca in campo contro di noi – insiste Commisso – non grazie agli arbitri. Anche i giocatori sono tutti arrabbiati, sono demoralizzati e mi dispiace per loro. Non è giusto per i fiorentini, per i nostri 1000 tifosi trattati così. La Juventus è tanto forte, è una grandissima squadra e non ha bisogno degli aiuti degli arbitri. Sono tre partite, una dopo l’altra, che quando c’erano i rigori per noi al VAR non ci sono andati, oggi invece l’hanno fatto e hanno preso certe decisioni. Mi multeranno? Non mi interessa”.