Chiesa: “Alla Juve ho trovato la continuità, grazie Pirlo”

Federico Chiesa a Sky Sport fa il punto sulla sua prima stagione alla Juventus

chiesa intervista ronaldo pirlo

Federico Chiesa ha parlato a Sky Sport a margine dell’allenamento di oggi, a -3 da Juventus-Genoa. Vera e propria rivelazione di questa stagione, l’ex viola ha avuto un impatto importante con la maglia bianconera e anche contro il Napoli è stato protagonista. L’immagine della sua esultanza con Cristiano Ronaldo è tra le preferite dai supporters della Vecchia Signora. “L’esultanza è stata frutto del momento. Era già successo a Verona – ricorda – dove gli ho servito l’assist per il gol dell’1-0 e poi ho copiato la sua esultanza. Posso dire che è molto contagiosa, è bella e ti viene proprio voglia di farla. Giocare con un campione che ha fatto la storia come lui è fantastico, ricordiamoci che in questa squadra ci sono tanti giocatori che hanno scritto pagine importanti del calcio italiano e mondiale. Sono felicissimo di giocare con loro e ogni giorno c’è qualcosa da imparare. Mi trovo benissimo in un gruppo di ragazzi fantastici”.

Chiesa: “Campioni e mister mi hanno aiutato”

A differenza di Kulusevski, ad esempio, Chiesa non ha avvertito sostanzialmente il passaggio da una maglia seppur importante come quella della Fiorentina ad una delle più prestigiose al mondo. Giocare nella Juventus non è per tutti, ma Federico alla sua prima stagione in bianconero ha già messo insieme 13 gol e 11 assist in 39 presenze. “Quello che mi ha caratterizzato quest’anno – prosegue – è stata la continuità di prestazioni, è quello in cui sono migliorato maggiormente e di conseguenza sono arrivati i risultati. Le motivazioni sono molteplici, dall’allenarmi con grandi campioni e prendere esempio da loro agli insegnamenti e le richieste del mister. In questo club c’è la mentalità di migliorare sempre e vincere”.

I ringraziamenti a Pirlo

Poi Chiesa ringrazia soprattutto mister Andrea Pirlo, che seppur tanto criticato per la sua mancanza di esperienza, evidentemente con i giocatori più giovani ci ha saputo fare: “Mi ha aiutato tantissimo in questi mesi, soprattutto per la fiducia che mi ha dato da quando sono arrivato. Ogni giorno mi dà consigli sia per la fase offensiva che per quella difensiva. Mi ha aiutato tanto e lo devo ringraziare”, conclude l’esterno offensivo della Juventus.