Bonucci: “Negli ultimi due anni avrei potuto dare di più”

Il numero 19 intervistato da Juventus TV in volo per Singapore

bonucci juventus tv singapore

Leonardo Bonucci ha fatto il bilancio della prima parte del ritiro estivo sul volo per Singapore. Il difensore bianconero si è così espresso a Juventus TV sui metodi del nuovo tecnico Maurizio Sarri. “Con Sarri facciamo tanto lavoro con la palla – esordisce Bonucci – . Gli allenamenti sono aumentati di intensità e facciamo molte poche pause. Dobbiamo essere sempre pronti all’esercizio successivo. Questo aiuta a mantenere la concentrazione. Di Sarri mi hanno colpito le idee, alla fine quando le vedi da fuori ti fai una certa idea ma quando ci sei dentro capisci l’intelligenza di un allenatore che ha portato idee nuove”.

Insomma, il numero 19 della Juve scarica subito Massimiliano Allegri, affermando indirettamente che i suoi allenamenti fossero meno intensi. Probabile che sul giudizio pesino anche gli attriti avuti con il tecnico livornese in passato e che lo hanno portato anche ad un anno lontano da Torino. “Futuro? La Juve è casa mia. Sono tornato dopo l’anno al Milan – continua – perché qua so quello che posso dare e mi sento al posto giusto. Ogni anno c’è da migliorarsi e questo sarà un anno in cui tutti miglioreremo. Il mio obiettivo è quello di centrare con la squadra ogni obiettivo. A livello personale vorrei tornare ad essere quello di due anni fa perché negli ultimi due anni potevo fare meglio. Voglio tornare ai miei standard”.

Oggi contro il Tottenham ci sarà la prima amichevole dell’era Sarri, ma ovviamente non ci si potrà aspettare granché per via dei carichi di lavoro e dei nuovi schemi ancora da digerire. “Tottenham? Vogliamo tornare a casa sani e salvi perché sarà una tournée intensa con gare importanti. Si vedranno le prime idee del mister e la voglia di questa Juve di crescere. La Juve – sottolinea – ha migliorato i punti dove era carente. Adesso facciamo parlare il campo che è il giudice supremo. Dobbiamo seguire le idee del mister. La stagione sarà combattuta, soprattutto in Italia, perché l’Inter ha preso uno dei migliori allenatori e il Napoli continua a crescere. In Europa sappiamo che le grandi squadre migliorano sempre e ci sarà da dare battaglia. Non vedo l’ora di iniziare”.

Bonucci: “De Ligt il miglior giovane al mondo”

Infine, una battuta su de Ligt, elemento che quando recupererà Chiellini potrebbe anche relegare Bonucci in panchina. “Matthijs De Ligt è il giovane migliore al mondo in questo momento. Questo passaggio serve a lui per crescere, da parte nostra c’è stato un benvenuto caloroso. Insieme a Demiral e Rugani – conclude – sono giovani importanti che ci aiuteranno a raggiungere ogni traguardo”.