Editoriali

Benatia scalpita, ma per lui quest’anno sarà dura

benatia juve 2018-2019

Per Medhi Benatia tre partite e zero minuti giocati: Allegri prova a tranquillizzarlo, ma cominciano a circolare rumors sul possibile addio

Medhi Benatia non ha ancora debuttato con la maglia della Juventus nel campionato 2018-2019. Reduce da un buon Mondiale con la maglia del Marocco, il difensore è stato per qualche tempo incerto se rimanere o meno a Torino. Probabilmente aveva ricevuto qualche spiffero relativo al ritorno di Leonardo Bonucci, ma dopo un vertice alla Continassa con la dirigenza bianconera ha deciso di non lasciare la Vecchia Signora. Qualche rumors riportato da alcune testate sostiene che il 31enne centrale ex Roma e Bayern se ne sia già pentito, ma per ora l’ambiente lo rassicura.

Nelle prime tre giornate di campionato Benatia non è sceso in campo nemmeno per un minuto, poiché Allegri ha deciso di dare continuità alla coppia Bonucci-Chiellini rinviando le rotazioni alle gare dopo la sosta per le nazionali, quando la Juve comincerà a giocare praticamente ogni tre giorni. Pungolato nel corso della conferenza stampa alla vigilia di Parma-Juve, il tecnico livornese ha così risposto a precisa domanda sul difensore marocchino: “Benatia? Tutti i giocatori sono soddisfatti di essere in questa rosa. Che ci sia concorrenza è normale. Abbiamo 5 difensori importanti – ha sottolineato – , se uno non è contento poi può andare. Benatia comunque rimarrà alla Juve”.

La posizione di allenatore e società è dunque sempre la stessa: chi non è contento conosce la strada verso l’uscita. Benatia per ora continua ad allenarsi con costanza e dedizione, attendendo come l’anno scorso che arrivi il suo momento. Anche nella stagione 2017-2018, infatti, nonostante la partenza di Bonucci, almeno inizialmente fece fatica a trovare spazio tra i titolari: il debutto avvenne solo alla terza giornata e comunque delle prime cinque partite ufficiali ne giocò soltanto una. Appena trovata la continuità, però, è diventato titolare inamovibile in Champions League e nei big match, mentre quest’anno, a meno di clamorosi stravolgimenti delle gerarchie, le partite importanti nel periodo più impegnativo, saranno appannaggio di Bonucci e Chiellini.

La passata stagione Benatia collezionò ben 32 presenze, un numero che a meno di clamorosi stravolgimenti delle gerarchie difensive, non potrà essere eguagliato. Per il marocchino si prospetta dunque l’impiego nelle gare meno importanti tra quelle oggetto di rotazione. Basterà per trattenerlo ancora alla Juventus?

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi