Allegri: “Dybala e Chiellini out, Kulusevski in panchina”

Le parole di Massimiliano Allegri in conferenza stampa alla vigilia di Bologna-Juventus

allegri conferenza stampa bologna juventus

Massimiliano Allegri apre la conferenza stampa alla vigilia di Bologna-Juventus facendo i complimenti alle Women per l’impresa leggendaria della conquista dei quarti di Champions League. “Volevo fare i complimenti alle donne che hanno raggiunto un obiettivo importante. In Europa almeno la Juventus si è comportata bene, ora dobbiamo dare una sistemata al campionato – sottolinea – Abbiamo lavorato bene, Dybala non sarà a disposizione, neanche Chiesa. Chiellini ha qualche acciacco, difficilmente partirà con noi ma spero di averlo per martedì. Gli altri abili e arruolabili”.

Allegri: “Kulusevski in panchina”

Insomma, l’emergenza continua in casa bianconera e soprattutto davanti il tecnico livornese dovrà fare di necessità virtù per trovare qualche gol. “Kulusevski? Dejan è rientrato dopo la settimana di stop ma non ha 90′ nelle gambe, perché dopo l’operazione ha mangiato solo cose liquide, perdendo peso. Averlo in panchina è importante. Dybala a livello di risonanza non ha nulla, ma già col Malmo è uscito affaticato, anche col Venezia… Quindi c’è rischio. Poi non si è allenato con la squadra, vedremo se sarà a disposizione martedì”.

Vista la classifica, la Juve non può permettersi di fallire a Bologna, ma Allegri non vuole sentir parlare di ultima spiaggia. “Non è un ultimatum, è un percorso di crescita, di errori, per fare meglio alcune cose. Speriamo domani ci sia una sorpresa migliore nell’uovo rispetto a Venezia. Tra gennaio e febbraio – evidenzia il tecnico bianconero – abbiamo 4/5 scontri diretti più la Champions, quindi cercheremo di recuperare tutti per fare una seconda parte di stagione nel migliore dei modi”.

Il primo step è quello di battere il Bologna, senza guardare troppo avanti in questo momento: “È in un’ottima posizione di classifica, giocare lì non è semplice. Ci prepareremo ad una partita difficile: nei secondi tempi ha fatto molti gol, sta in una buona condizione fisica e mentale. Ci vorrà una partita di tecnica e lucidità”, spiega Allegri.

Quanto alla formazione, è pienamente recuperato McKennie, che a questo punto potrebbe agire dietro la punta. “Locatelli vediamo oggi come sta. Ho Rabiot, McKennie, Bentancur, Arthur a disposizione. Kean o Morata? Valuteremo se far giocare uno o l’altro, oppure Kaio Jorge entrato bene a Venezia. Alex Sandro? Sta vivendo serenamente, ha giocato tantissime partite. Domani dovrò valutare, anche perché ha fatto un paio di allenamenti differenziati”.

Il dribbling sul mercato

In questi giorni si parla molto di mercato, ma Allegri al solito rinvia ogni discorso al momento opportuno e passando la palla ai dirigenti: “Del mercato non ha senso parlare ora perché ci sono due partite da giocare. Poi ci pensa la società, parliamo tutti i giorni – ricorda – ma non è il mercato di gennaio che risolve quello che dobbiamo risolvere. La rosa è ottima dobbiamo migliorare”.