Allegri: “Dopo l’1-1 abbiamo perso la testa, siamo stati frenetici e nevrotici”

Le parole di Massimiliano Allegri a DAZN al termine di Juventus-Sassuolo 1-2

allegri juventus sassuolo 1-2

Massimiliano Allegri non vuole sentir parlare di obiettivi al termine di Juventus-Sassuolo. A -13 punti dalla vetta, i bianconeri sono lontani dalla lotta per il campionato: “In questo momento parlarne non ha senso. Dobbiamo avere una gestione diversa come fino al 75′ – spiega in conferenza stampa – comprese le partite precedenti. Dopo il pari siamo stati disordinati e frenetici, singolarmente volevamo vincere la partita. Abbiamo preso gol al 95′ e non va bene perché quando non riesci a vincere non devi perdere. Perché alla fine del campionato un punto può pesare. Non c’è limite emotivo. Dopo il 75′ l’inerzia era girata e devi avere la tranquillità di andare a fare il secondo gol o se non riesci non devi prendere un gol brutto come quello che abbiamo preso”.

Allegri difende Morata dalle critiche

Particolarmente negativa la prestazione di Alvaro Morata, che ha sbagliato praticamente tutto quello che poteva sbagliare. “È inutile parlare dei singoli. Bisogna fare gol, sennò è difficile vincere le partite. Abbiamo creato tante occasioni come con l’Empoli. Abbiamo pagato alla prima occasione loro, anche se Perin aveva fatto una bella parata su Berardi. Errori? Sono stati di gestione della partita, siamo diventati nevrotici e frenetici. Dovevamo avere più pazienza e trovare la soluzione. Ma non esiste prendere un gol del genere – insiste il tecnico livornese – non era l’ultima partita del campionato. Una volta fatto l’1-1 abbiamo perso la testa, bisognava continuare a palleggiare e non concedere contropiedi perché loro sono bravi pass indietro? Spiegare è difficile. C’è solo da lavorare e migliorare. Bisogna capire questi errori e giocare fino al 95′ con ordine. Ci lavoreremo e miglioreremo”.

Classifica nemmeno da guardare

La sconfitta di stasera vanifica sostanzialmente il filotto di risultati positivi fatti fin qui dalla Vecchia Signora: “Classifica? Non va neanche guardata – risponde Allegri – potevamo fare un bel salto e non lo abbiamo fatto. Dobbiamo lavorare e pensare alla partita di Verona. Sono una squadra che corre gioca in pressione e fa gol. Serve una bella prestazione. Kaio Jorge titolare? Devo smaltire la sconfitta. Alla formazione del Verona ci penso venerdì”.