Allegri: “Dobbiamo migliorare nello sviluppo e iniziare a fare più gol”

Le parole del tecnico della Juventus al termine del pareggio per 1-1 con il Napoli

allegri juventus napoli

Massimiliano Allegri prova a guardare il lato positivo al termine di Juventus-Napoli 1-1. “È uno scontro diretto – dichiara a DAZN – loro erano più o meno tutti titolari. All’andata ne avevamo fuori 6 anche noi. Capitano queste cose: abbiamo fatto una buona partita, siamo stati frettolosi negli ultimi metri. Dopo il pari abbiamo messo pressione, poi abbiamo iniziato a giocare meno la palla. La classifica dal Napoli è rimasta invariata, guardiamo il lato positivo. Cosa manca? Un po’ più di lucidità, ma sono caratteristiche dei giocatori. La squadra ha comunque fatto una buona partita, contro un Napoli che ci ha creato difficoltà”.

Quanto alle scelte di formazione, poi, il tecnico livornese argomenta: “Chiesa? Ghoulam aveva giocato solo 34′, quindi è normale mettere Chiesa che nell’uno contro uno e sull’attacco alla profondità lo poteva mettere in difficoltà. Dopo il pareggio abbiamo usato più palle alte, dobbiamo avere più pazienza. Dybala? È  stato parecchio fermo, viene da un infortunio. Sta riprendendo, ha fatto una buona mezz’ora. Piano piano troverà la condizione migliore, c’è bisogno di tutti. Era importante vincere per accorciare la classifica, vorrà dire che lo faremo più avanti”.

Il problema di questa quadra sembra essere sempre lo stesso: crea poco o comunque se crea non concretizza. “Bisogna iniziare a fare un po’ di più di gol, anche coi centrocampisti. Piano piano ci arriviamo. Rabiot si è inserito discretamente bene, poi non l’abbiamo trovato. Dobbiamo migliorare gli inserimenti e i tiri da fuori con i centrocampisti. Siamo quinti in classifica e abbiamo fatto solo 28 gol, dobbiamo lavorare su questo. I ragazzi hanno fatto una partita aggressiva, tecnica, bisogna migliorare nello sviluppo e capire che, con la partita in mano, non bisogna accelerare. Abbiamo iniziato a buttare la palla lunga – insiste Allegri – giocava solo Locatelli”.

Locatelli: “Mese decisivo per il 4° posto”

Prima del mister bianconero, aveva parlato a DAZN anche il centrocampista Manuel Locatelli. “C’è un po’ di rammarico perché volevamo vincere. Abbiamo fatto una buona partita come intensità – sottolinea – poi siamo andati in svantaggio. Qui in casa volevamo vincere. Dobbiamo cercare di giocare con intensità per tutti i 90 minuti. Covid? Viviamo questa situazione e noi tutti dobbiamo rispettare le regole, vaccinarci e seguire quello che ci dicono. Gennaio decisivo? Sicuramente, sappiamo che è un mese importante ed è decisivo. Cerchiamo di fare più punti possibile”.