Agnelli: “Champions deludente, ora dobbiamo riflettere”

Il presidente della Juventus Andrea Agnelli mette in discussione tutti, Sarri in primis

agnelli juventus lione intervista

Andrea Agnelli preannuncia novità importanti nei prossimi giorni. Al termine di Juventus-Lione, il presidente si è presentato davanti ai microfoni di Sky Sport, come fa solo nelle occasioni importanti. “Il bilancio è agrodolce, evidentemente. È stata una stagione difficilissima, abbiamo ottenuto un grande risultato con il nono campionato vinto – ammette – scritto una pagina di storia del calcio fantastica. Il mister è partito dalle categorie più basse per arrivare in vetta all’Italia, una pagina fantastica”. Poi, però, arrivano le note dolenti: “In Champions League (il cammino, ndr) è deludente, per noi, per i giocatori per i tifosi, perché come abbiamo detto da qualche anno a questa parte, se prima avevamo un sogno questo è diventato un obiettivo. Deve esserlo la Champions League”.

Agnelli: “Vogliamo vincere tutte le competizioni”

Dopo aver passato abbastanza agilmente il girone, contro un avversario modesto come il Lione, la Juve doveva fare molto di più. “Uscire così, in questa doppia sfida con il Lione – insiste Agnelli – ci deve lasciare tutti quanti delusi e quindi ci prenderemo qualche giorno per le valutazioni complessive per capire come affrontare la prossima stagione con rinnovato entusiasmo, per vincere tutte le competizioni a cui partecipiamo. Con o senza lo stesso allenatore? Io faccio un discorso di società, voglio dire la Juventus ha questi obiettivi e questi devono essere onorati, sia in casa che all’estero, abbiamo grandi giocatori e il migliore della storia della Champions League. Da questo punto si deve ripartire con rinnovato entusiasmo, senza sinceramente dimenticarsi quanto facciamo in Italia, perché gli scudetti non si vincono per inerzia, ma si parte sempre tutti da 0 punti”, conclude.