in

Agente Pjaca: “Vi spiego cosa sta succedendo a Marko”

Pjaca agente fiorentina

Marko Pjaca non lascerà la Fiorentina: nonostante abbia fin qui deluso, come del resto avvenuto lo scorso anno allo Schalke 04, il fantasista croato non cambierà maglia. Lo dice senza mezzi termini il suo agente, Marko Naletilic, che ha parlato ai microfoni de ilBiancoNero.com, smentendo tutte le trattative cui è stato accostato il suo assistito nei giorni scorsi. “Si trova veramente bene alla Fiorentina, gli piace la città, ha legato con l’ambiente, i compagni – spiega il procuratore di Pjaca – , l’allenatore e tutto lo spogliatoio. Ha grande fiducia da parte di Corvino e di tutta la società, lui ha intenzione di ripagarli nel migliore dei modi”.

Nei giorni scorsi si è parlato di un possibile ritorno alla Juventus per poi ripartire verso l’estero: lo avrebbero cercato soprattutto Fulham e Besiktas. “Nego assolutamente ogni coinvolgimento di Pjaca lontano da Firenze – continua Naletilic – , lui rimarrà così come aveva già detto tempo fa Corvino. Non c’è nulla di vero né per quanto riguarda un ritorno alla Juventus e né tanto meno in un prestito al Besiktas o in un’altra squadra. E’ un giocatore della Fiorentina e rimarrà tale”.

“Blocco psicologico causato dagli infortuni”

Ma cos’è che ha trasformato in una sorta di oggetto misterioso quel calciatore che ha stregato la Juve nel 2016 tanto da convincerla a spendere 25 milioni di euro? Dopo il grave infortunio ai legamenti non sembra più tornato quello di prima… “Negli ultimi mesi ha avuto problemi con la schiena, questo problema fisico gli ha impedito di essere nella giusta forma. Spesso si è sottoposto ad alcune iniezioni prima di entrare in campo, chiaramente non era al 100% ed è stato frenato da questa situazione. Sono convinto che è soltanto questione di tempo prima che esploda definitivamente, ha troppa qualità per non riuscirci. Dovrà superare il suo blocco psicologico – conclude l’agente di Pjaca – che deriva dai suoi precedenti infortuni, ma è un ragazzo forte e sono convinto che ci riuscirà”.