Intercettazioni Cellino/2: "Altro che gli spogliatoi dello Juventus Stadium..." | JMania

Intercettazioni Cellino/2: “Altro che gli spogliatoi dello Juventus Stadium…”

Intercettazioni Cellino/2: “Altro che gli spogliatoi dello Juventus Stadium…”

L’arresto di Massimo Cellino avvenuto ieri per presunte irregolarità nella realizzazione dell’impianto Is Arenas di Quartu, stanno facendo emergere un quadro abbastanza preoccupante. Non solo per l’intercettazione tra il presidente del Cagliari e l’omologo della Lazio, Claudio Lotito, nel corso della quale il patron rossoblu spiega come ha fatto lo stadio in 30 giorni, ma …

massimo-cellino-intercettazioneL’arresto di Massimo Cellino avvenuto ieri per presunte irregolarità nella realizzazione dell’impianto Is Arenas di Quartu, stanno facendo emergere un quadro abbastanza preoccupante. Non solo per l’intercettazione tra il presidente del Cagliari e l’omologo della Lazio, Claudio Lotito, nel corso della quale il patron rossoblu spiega come ha fatto lo stadio in 30 giorni, ma anche per altre telefonate intercettate dagli inquirenti. Il 3 ottobre 2012 alle 23 e 23 Cellino parla al telefono con il giornalista Ivan Paone (allora capo dello sport all’Unione Sarda e dal primo novembre capo ufficio stampa del Cagliari).

Cellino: “Gli spogliatoi di Quartu sono i più belli d’Europa, quando saranno finiti. Lo Juventus Stadium arrossisce di fronte ai nostri, te lo giuro. Il pavimento della Mapei, con resine, quarzo e porcellanate, costa 180 euro a metro quadrato. Sono 600 mila euro solo di pavimento. Il massetto costa 400 mila euro… E ci sono i soffioni delle docce che sono più grandi di una ruota di un motocarro, ci sono impianti di condizionamento che c’invidiano anche negli ospedali… I gradoni sono in legno, secondo te costano più in cemento o in legno? Tre volte tanto, ma era l’unico modo per averli pronti in agosto. Abbiamo speso 720 mila euro per le telecamere: sono 75, ti dico solo che San Siro ne ha 32… E il tappeto erboso se lo sognano in Italia: i giocatori e gli arbitri sono emozionati quando entrano in campo… Il tabellone può tenere un elicottero DC9 poggiato sopra. Mi hanno fatto fare cose fuori dal mondo. E sto zitto… E mi stanno ancora cagando il cazzo, capito?”, si legge tra le carte del Gip.

Di seguito l’intercettazione integrale pubblicata da cagliaripad.it:

Paone: …(risata) anche tu hai ragione, cazzo, ma sei andato, scusa, ad Assemini con Mauro Contini?
Cellino: eia ma gua. . che Mauro Contini E’ TIFOSUU
Paone: eh, ho capito.. per quello volevo
Cellino: Mauro Contini, di venire a vedere un allenamento ti fa… Mauro e quello che mi ha portato la prima volta a vedere una partita. a me. al S. Elia, Cagliari-Torres, eh! !
Paone: Eh
Cellino: e se son diventato presidente del Cagliari è colpa sua e di Sarritzu, mi hanno portato lui venticinque anni fa, ventisei anni fa, loro due a lottare la prima volta, noi siamo entrati allo stadio
Paone: come va la vita?
Cellino: eh, per te…per te son cazzate, queste, cioè se avessimo avuto un sindaco tifoso del Cagliari dopo Delogu, non avrei avuto problemi con stadi e tutto. Ci è capitato uno che non gliene sbatteva del Cagliari… cumenti olisi, uno che lo odia come Zedda. Cos’e colpa mia? E meno male che c ‘avevamo Mauro Contini che è tifoso del Cagliari, a Quartu, e capisce quanto è importante una squadra, quanto è I’affetto anche per una squadra. ….. una squadra la sua storia e la sua vita se no, non… ehh, tu pensi che siano in molti a credere che mi ha fatto fare lo stadio a Quartu. se non c’ha guadagnato qualcosa lui e non mi ha regalato qualcosa a me? Ha fatto un busìness senza precedenti per la città di Quartu, che mi è costata una fortuna. però mi ha dato anche un’opportunità che… era per me indispensabile cosa che non gli ho fatto credere quando me lo ha dato, se lo sapeva..mi chiedeva il doppio per il Comune
Paone: (risata)non se lo aspettava vero?
Cellino: (incomprensibile) il conto del comune di Quartu per far quello? Però se sapeva quanto era indispensabile per noi. Cazzo mi…mi chiedeva il doppio. Perché quello lavorava per il comune. Mauro, mica per me, fill’e bagassa. E ‘ mio amico ma stai tranquillo che se gli dico che mi ha (incomprensibile) il gioco,e mi dici, “ma è colpa di Floris”, ma Mauro Contini non sa una cosa, che quello che ho proposto per iscritto al Sindaco di Cagliari, dopo che c’è stata manco ad Elmas, io a Floris non gliel’ho mai proposto perché al Sindaco di Cagliari ho proposto di rifare lo stadio al S. Elia, tutto io, a spese mie, senza nessuna concessione di superficie se glielo avessi proposto a Floris, che è la stessa cosa che ho proposto a Quartu. e me lo avrebbe fatto fare. eh
Paone: Si
Cellino: me lo avrebbe fatto fare già da dieci anni ma i I’ho proposto e mi acc… mai lo pensavo. L’ho proposto al Sindaco di Cagliari in un attimo di disperazione di non alternative come I ‘ho proposto a Quartu, solo che a Quartu son furbi e lo hanno accettato quel coglione di Zedda no, ma Floris. Se gli avessi fatto una proposta del genere? ehhh. Sarà anche un incapace ma coglione non lo è mica Floris, eh..
Paone: cioè tu vuoi dire che la proposta che hai fatto a Zedda a, Floris…
Cellino: non gliel’ho fatta
Paone: era molto, era molto.,..
Cellino: questo non I’ha mai evidenziato nessuno
Paone: (incomprensibile)
Cellino: no, io a Floris chiedevo concessioni di superficie..
Paone: Certo
Cellino:…abbattimento e i costi, costi a carico del.. del del Comune di Cagliari di smantellamento del S. Elia, licenze per i parcheggi e qualcosa di.. diciamo di… di complementare in prospettiva futura. Novantanove anni di concessione. Floris …e me li stava dando se non si mette in mezzo li Farris che vuole qualcosa per i cazzi suoi. m e la dava, capisci? Farris. non Floris… a Zedda per iscritto gli ho mandato Marongiu e hhee…perchè gleli ho mandati?. Perché (incomprensibile)
Paone: e Pinna…
Cellino: e Pinna a offrirgli un milione e due per chiudere la cosa del Comune, pagati in contanti, che non glieli devo, e non I’ha accettato ha lasciato l ‘ingiunzione, mi ha fatto sequestrare soldi, non c’erano in Comune, nel Cagliari Calcio, erano li e duravano vent’anni quei soldi lì, della Cagliari Calcio ( incomprensibile) non ha accettato la ristrutturazione completa del S.Elia, con un prolungamento di tre anni della convenzione attuale
Paone: cioè ha trattato, in pratica no?
Cellino: non li ha accettati, con tutto il rifacimento a costo nostro del S.Elia, tutto, con I’allungamento sino al duemilasedici della convenzione, dal duemilatre… altri tre anni, o altri due che avevamo ancora, mi segui?
Paone: si, io ti seguo, cazzo, però…
Cellino: la risposta è stata “vai al S. Paolo” Marongiu, al S.Paolo, (incomprensibile)al S. Paolo e scopre che il S. Paolo non ci sta(incomprensibile) non ci sta lo stadio, perché la bellezza al S. Elia, per me, le tribune che avevo già costruito e disegnato, i progetti di Elmas, al S. Elia glielo metto identico, non dovevo toccare un mattone, né una virgola. A Quartu ho dovuto rifare tutti i progetti nuovi, e mettere le strutture sovra dimensionate in uno stadio che è capiente la metà. Perciò ho speso gli stessi soldi per avere la metà degli spettatori, questa è la realtà.
Paone: cioè tu dici il lavoro già fatto per Elmas, andava…
Cellino: dei progetti che avevo per Elmas, hai capito? Era fruibile per S.Elia. Io I’avevo fatto, quando incomincio il progetto di Elmas e tutto, stavo sperando sempre che il Comune cambiasse idea
Paone: certo, ho capito
Cellino: è chiaro? poi piano piano ho visto che non si sbloccava e alla fine…e ancora c ‘era Massimo Fantola ” io vorrei che facessimo lo stadio a Cagliari ” io dicevo “Massimo, io faccio Elmas”, però se domani mattina mi avesse detto, Fantola, io mi prendo i costi di smantellare il S.Elia eh… o che, I’avrei potuto valutare, teoricamente, però quando (???) ci sono da fare a Quartu e vediamo che le tribune di Elmas non ci stanno a Quartu che c’è la strada e perciò bisogna farla più corta, I’ho dovuta fare più bassa con le stesse strutture di un tribuna di seimila posti, ne ho fatto tremila, perciò ho pagato i costi di seimila posti
Paone: di seimila persone con la capienza di tremila, certo
Cellino: le strutture di quella tribuna sono il doppio… ecco perché rido quando mi dicono che vogliono i collaudi, quelli lì del… della prefettura, li denuncio son da denunciare. C’è e tanto ferro in quelle strutture che non ci stava il cemento dentro, non sto esagerando eh, non sto scherzando Cioè la (???)che c ‘è lì nella( ???)di Elmas, può reggere la Torre Eiffel, esagerata le travi d’acciaio sono fatte per uno stadio di seimila persone il doppio più alto, hai capito?
Paone: si quindi sono sovradimensionate certo
Cellino: Ma è impressionante, c’è più ferro e cemento che, ci sono quattro gradoni in le…tutto quel ferro e quel cemento (incomprensibile). Erano studiati per (incomprensibile) te lo ricordi? Il doppio. Quelli in legno pesano la metà e sono la metà come numero, e tu lo sai che meno in altezza vanno e meno incidono, come vento è…è tre volte superiore il progetto, come impianto di condizionamento, come strutture, come acciaio, come copertura, come servizio di sicurezza, come area posizionata, come impianto idrico, come l’energia, abbiamo ottocento kw e ne bastano 400, a Quartu. Hai capito? Abbiamo fatto, per assenza di tempi a rifare i progetti e impianti nuovi abbiamo usato gli stessi di una tribuna di seimila posti.
Paone: ho capito
Cellino: hai capito? E cosa abbiamo risolto? Abbiamo speso il doppio dei soldi, ci hanno rotto i coglioni lo stesso e quando mi dicono che vogliono ancora lo stadio, che è già fatto, mi metto a ridere. Gli spogliatoi di Elmas, di, di Quartu son gli stessi di Elmas. Gli spogliatoi di Quartu son i più belli d’Europa, quando saranno finiti, c’è lo Juventus Stadium arrossisce di fronte ai nostri spogliatoi, te lo giuro. Il pavimento che è lì, che è della Mapei, le resine, il quarzo della Mapei, porcellanate, costano 180 euro a metro quadrato, sono tremila metri quadrati, seicentomila euro solamente di pavimento. Il massetto costa quattrocentomila euro, non lo so se ho reso l’idea.
Paone: Minchia!!!!
Cellino: Ci sono i doccioni delle docce che sono più grandi di, di una ruota, i soffioni che sono più grandio di una ruota di un motocarro, ci sono impianti di condizionamento, di areazione che ci invidiano anche negli ospedali. Abbiamo le pareti sotto i tramezzi che sono all’avanguardia, son talmente cariche che sono i primi montati in Sardegna, non li ha montati mai nessuno. I gradoni in legno secondo te costano di pù o di meno di quelli in ferro e cemento?
Paone: secondo me costano di più
Cellino: tre volte tanto, però l’unico modo, per averli in tempo per agosto era farli in legno, gli altri ci volevano sei mesi. Abbiamo speso settecentoventi mila euro in un impianto di telecamere, ci son settantacinque telecamere all’avanguardia. Io ti dico solo che San Siro ne ha trentadue, San Siro che è trenta volte più grande, e mi stanno ancora cagando il cazzo, capito?
Paone: Sì, questo fa rabbia, cazzo.
Cellino: Ecco, se ti dico che l’impianto luci dello stadio di Cagliari, senza la torre grossa che è quasi cinque metri fa milleottocento lux, non ce l’ha nessuno
Paone: A Sant’Elia erano ?
Cellino: Ottocento, fuori norma, mai collaudate, mai certificate. Il tappeto erboso che c’è a Sant’Elena se lo sognano tutti in Italia.
Paone: E’ bello vero?
Cellino: E’ imbarazzante, i giocatori e gli arbitri sono emozionati, quando sono in campo, ci sono le panchine, i sedili delle panchine nuove che non li ho mai visti così belli…pagati da noi, perché gli altri se li fanno dare dagli sponsor, mettono i sedili di macchina, coglioni, (?) invece io ho fatto dei sedili delle panchine, non so se li avete notati, sono di una bellezza unica, nuove. Vuoi che continui? Dai, tanto i videosorveglianti che ho fatto è all’avanguardia, l’impianto luci che ho fatto, quasi un milione di euro, ho speso. Abbiamo due gruppi elettrogeni da 400 kilowatt e San Siro ne ha solo una da 250, e mi vengono a dire che vogliono documenti, ancora? Quello stadietto, con le tribune li in metallo, che mi è costato 300mila euro montarlo e rimontarlo. Devo spendere altri 350mila euro in una scaletta a destra, tagliare un gradino a sinistra, cazzo, buttare i soldi che non servono un cazzo, solo per rompermi i coglioni. La struttura che mantiene il tabellone luminoso era già fatta, me l’hanno fatta rifare con il triplo della portata: può tenere un elicottero DC9 poggiato sopra, quella struttura, più grossa la struttura del tabellone. Mi hanno fatto cose fuori dal mondo. E sto zitto. Mi hanno chiesto l’impianto antincendio che non c’è neppure nella raffineria di Sarroch, in un campo di calcio che dovrebbe prendere fuoco l’erba, cazzo! Quell’impianto antincendio a Quartu lo inonda, cazzo.
Paone: risatina….

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi