Calciomercato Juventus ultime ore: domani incontro col Bologna per due giocatori | JMania

Calciomercato Juventus ultime ore: domani incontro col Bologna per due giocatori

Calciomercato Juventus ultime ore: domani incontro col Bologna per due giocatori

Importante vertice di mercato domani tra Juventus e Bologna: i due club tenteranno di evitare le buste per la risoluzione della comproprietà del difensore danese Frederik Sorensen.  Gli emiliani vorrebbero tenerlo, ma la Juventus è disposta a cedere la sua metà per non meno di 2,5 milioni di euro. A rendere forte i bianconeri, le …

Italy Training Session & Press ConferenceImportante vertice di mercato domani tra Juventus e Bologna: i due club tenteranno di evitare le buste per la risoluzione della comproprietà del difensore danese Frederik Sorensen.  Gli emiliani vorrebbero tenerlo, ma la Juventus è disposta a cedere la sua metà per non meno di 2,5 milioni di euro. A rendere forte i bianconeri, le numerose offerte che giungono dall’estero: se il Bologna non accetterà la proposta bianconera, la Juve lo riscatterà e poi potrà cedere l’intero cartellino. Tra i club più interessati, c’è il Southampton, disposto a pagarlo 7 milioni di euro. La Vecchia Signora è molto indispettita con il Bologna, club al quale la scorsa estate sono sbarcati anche Manolo Gabbiadini, Marco Motta e Cristian Pasquato e Michele Pazienza per pochi spiccioli. Nessuna riconoscenza da Guaraldi, dunque, che per Alessandro Diamanti, di cui si parlerà anche domani, è intenzionato a favorire il Milan.

La Juventus ha un’intesa di massima con il giocatore (triennale da 2 milioni a stagione) ma il Bologna continua a chiedere ai bianconeri 10 milioni di euro, mentre è noto che la richiesta fatta al Milan è di 7 milioni. Insomma, nessuno sconto ai bianconeri che prestano ogni anno giocatori, mega sconto ai rossoneri, che probabilmente sono più simpatici. L’impressioni è che domani l’incontro tra Juventus e Bologna farà scintille.

Intanto, la Juve deve anche decidere cosa fare di Vasco Regini, difensore a metà tra Empoli e Sampdoria, disastroso nella finale degli Europei Under 21 contro la Spagna. Secondo le ultime indiscrezioni riportate da ‘Tuttosport’, l’Empoli dovrebbe riscattare l’intero cartellino in settimana per poi cederlo a Juventus e Sassuolo, che se lo divideranno anche se Regini giocherà inizialmente con gli emiliani in A. In caso contrario, si andrà alle buste con la Sampdoria in vantaggio e la necessità della Juve di trattare con i blucerchiati sia Regini che il bomber Simone Zaza.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

9 commenti

  1. Enrico Ferrante

    Il deficit strutturale della FC Juventus ha un nome e cognome…Adriano Galliani che opera tutto per intralciare la Juventus.
    Moggi dixit…con questi “personaggi” si deve combattere ogni giorno, giorno dopo giorno, sapendo che NON saranno mai concorrenti onesti e sportivi ma “nemici” sportivi. Ricordiamolo.

  2. Caro plamata ti sei scordato i 440 milioni di euro che giustamente ha chiesto Andrea come risarcimento danni per calciopoli? Ci credo che nessun rapresentante della Juve viene eletto!

  3. Io sono per acquistare all’estero già da un paio d’anni: ma ti pare che Ogbonna possa esser valutato 20 milioni? Per quella cifra potresti prendere Hummels, che anche bendato e legato è più forte di Ogbonna!

  4. Io credo che tutti si sono coalizzati contro la Juve ma penso che unpo’ di responsabilità sia anche di Agnelli il quale non ha il carisma di suo zio o suo padre, è troppo giovane e qualche volta è anche arrogante, irascibile e poco diplomatico. NON SI PUO’ BISTICCIARE CON TUTTI bisogna saper coltivare le amicizie è la prima volta nella storia che un rappresentante della Juve non è stato eletto in Lega. Questo è un fatto che deve far riflettere.

  5. C’è evidentemente un deficit di potere contrattuale da parte della Juventus. Ci riferiamo alla difficoltà di portare avanti le trattative in entrata trovandosi di fronte a cifre che schizzano verso l’alto solo per i bianconeri, e soprattutto per quelle in uscita laddove ci si vede svalutare i cartellini di giocatori che negli ultimi due anni hanno dimostrato di valere qualcosa.

    E’ lampante che sia in scena un nuovo atto di quel “tutti contro la Juve” che si manifesta non solo per il mercato. Come uscire da questa continua aggressione? Facendosi rispettare. Sì ma come?

    Una prima e più immediata mossa potrebbe essere quella non toccare la rosa attuale a meno che le cifre in discussione non siano quelle reali del mercato, senza artificiosi rigonfiamenti o indecenti ribassi. La seconda sarebbe quella di non intavolare più trattative con altre squadre italiane, così andando a prelevare all’estero non cresceranno più giocatori italiani di livello internazionale e non ci sarà più un blocco Juve che ha fatto storicamente sempre bene alla nazionale. È il caso di usare anche questa leva verso un movimento che non conosce altra strada che la viltà esercitata in ogni forma verso la società bianconera.

    Prima viene la Juve, i benefici per il movimento dovranno essere solo eventuali e non cercati.

  6. Ma perchè certe società non vengono depennate dal giro Juve,rammento che a gennaio il bologna
    ci negò Gabbiadini(nostro)e si andò su Anelka.
    Basta,in Italia ormai per la Juve non si può operare hanno fatto cartello,acquisti a tanto e vendi a poco,….e non sempre è colpa di Marotta

  7. Su Obgonna la penso come voi….
    sul Bologna la penso molto peggio.

    ma come gli prestiamo fiumi di giocatori a gratis ogni anni e loro per ricompensarci ci chiedono 10 mil per Diamanti mentre al Milan ne chiedono 7 ??

  8. non solo misteri di marmotta..credo siano in troppi a dire e ridire…………anche io penso che avendo Soerensen,,,,,,quello del toro e inutile oltre che targato TO

  9. Ma io mi chiedo come mai anziché andare a prendere Ogbonna pagandolo 20 ML non ci teniamo questo ragazzotto che ha sempre fatto molto bene e che puà giocare in più posizioni in difesa?

    ma i misteri di marmotta…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi