Zeman: “Io nemico di chi imbroglia, le carte della Procura parlano chiaro”

zeman

Zdenek Zeman ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Pescara-Juventus. Ribadendo concetti già espressi in passato, il tecnico boemo ha colto l’occasione per attaccare: “Io non sono nemico della Juve ma sono nemico di quelli che imbrogliano. E le carte in procura parlano chiaro”. Il riferimento è chiaramente al Processo di Calciopoli, ma poi Zeman ha parlato anche dell’attualità calcistica.

“Affrontare la Juve – prosegue – non è mai come affrontare le altre squadre perché da anni è la più forte. In Champions mi ha fatto una grande impressione, non è facile schiacciare il Barcellona. È un club organizzato anche fuori dal campo, è all’avanguardia. Ha soldi e organizzazione”. “Oggi in Italia solo la Juve può permettersi di comprare giocatori da 100 milioni e i campioni spesso fanno la differenza. Allegri è molto bravo – l’elogio – , riesce a gestire bene i suoi talenti anche perché è difficile insegnare a Higuain a calciare in porta”.