Vlahovic: la Juventus fa un tentativo per gennaio

Contatti continui tra la dirigenza della Juve e il centravanti serbo della Fiorentina

juventus vlahovic

La Juventus prova ad anticipare il colpo Dusan Vlahovic a gennaio. Lo scrive oggi la Gazzetta dello Sport, secondo cui i contatti tra Federico Cherubini e gli agenti del centravanti serbo sarebbero costanti. La dirigenza bianconera ha compreso che davanti Massimiliano Allegri abbia bisogno di un bomber, uno che non faccia rimpiangere Cristiano Ronaldo, che con i suoi 35 gol stagionali circa risolveva tanti problemi. Fin qui i vari Morata, Dybala, Kean, Kaio Jorge, ma anche i centrocampisti, non sono riusciti a sopperire a questa emorragia di gol causata dalla partenza del portoghese.

Vlahovic profilo perfetto per la Juventus

Vlahovic è da tempo il profilo perfetto per la Vecchia Signora, che ha iniziato a lavorarci concretamente l’estate scorsa per il prossimo calciomercato estivo, quando il ragazzo sarà ad un solo anno dalla scadenza. Allora, il potere contrattuale di Commisso non sarà altissimo e dovrà inevitabilmente piegarsi. Il tentativo di anticipare, dunque, va incontro a diversi ostacoli, poiché per gennaio il patron della Fiorentina chiede almeno 60 milioni cash. Cui si devono aggiungere tanti soldi per lo stipendio del calciatore, che ne chiede 6 l’anno.

Chi fa posto al centravanti serbo?

E non è tutto, perché a Vlahovic qualcuno dovrà fare posto. E non basterebbe mandare in prestito Kaio Jorge, perché non è in lista Uefa e una partenza del brasiliano non consentirebbe al serbo di giocare la Champions League. Come se ne esce? Dovrebbe partire un centrocampista tra quelli in lista – Ramsey, McKennie, Kulusevski… rinunciando dunque all’acquisto di un mediano – oppure andar via Dybala, o ancora bisognerebbe restituire in anticipo Morata all’Atletico Madrid. Che però non sembra avere alcuna intenzione di riprenderselo in anticipo (da discutere l’eventuale riscatto l’estate prossima a cifre diverse da quelle pattuite). Kean è in prestito con obbligo di riscatto e non c’è alcuna possibilità ad oggi di rimandarlo all’Everton. Situazione molto intricata.