Interviste News calcio

Vieri ai tempi dell’Inter: “Io mi allenavo, Ronaldo mangiava”

vieriBobone Vieri e Ronaldo ai bei tempi facevamo la differenza dentro e fuori il campo. Soprattutto nella notte milanese, a quanto racconta l’attaccante al ‘Chiambretti Night’, in onda stasera su Italia 1.

\r\n

“Quando ero all’Inter Ronaldo era il giocatore che si allenava di meno perché era il più forte del mondo – ha detto Vieri – ed è vero che tornavamo di notte alle 5-6 del mattino perché andavamo per locali, poi però io dormivo due ore e andavo sul campo a correre, mentre lui si metteva sul lettino a mangiare brioche e cappuccino. Il problema è che la sera dopo, a mezzanotte, si presentava sotto casa mia e suonava il clacson dell’auto fino a quando non scendevo e uscivamo nuovamente”, ha raccontato il bomber.

\r\n

Vieri ha inoltre rivelato che la mancata partecipazione ai Mondiali di Germania 2006, a causa dell’infortunio rimediato quando giocava con il Monaco, lo fece cadere in depressione, tanto da fargli pensare di appendere gli scarpini al chiodo: “Ero cosi’ deluso che decisi di rescindere il contratto con la Sampdoria perche’ pensavo di smettere di giocare. Avevo troppa rabbia in corpo e per due tre mesi non ne volli sentire di calcio”.\r\n(Credits: Goal.com)