Verso Juventus-Milan: tornano Chiesa e Morata, Dybala in panca?

Buone notizie per andrea Pirlo, che in vista del big match di domenica sera recupera due pedine importanti

juventus milan chiesa morata

Federico Chiesa e Alvaro Morata hanno svolto ieri l’intero allenamento con il gruppo e sono dunque a disposizione per Juventus-Milan. Due ottime notizie per Andrea Pirlo in vista del big match della 35.a giornata di Serie A in programma domenica 9 maggio alle 20:45. Entrambi son dunque candidati a partire dal primo minuto, anche se per definire tutti e 11 i titolari, il ‘Maestro’ si prenderà tutto il tempo a disposizione. L’unico a non far parte della gara dovrebbe essere Demiral, mentre Frabotta sarà convocato anche se combatte da tempo con una forma di pubalgia.

Verso Juventus-Milan: la probabile formazione

Con Szczesny tra i pali, il Danilo e Alex Sandro saranno i terzini, mentre al centro c’è da decidere chi rimarrà fuori tra Bonucci, Chiellini e de Ligt. A centrocampo, Cuadrado e Chiesa agiranno sulle fasce, mentre al centro Bentancur e Rabiot sono in vantaggio su McKennie e Arthur. Davanti, dicevamo, Morata è in vantaggio su Dybala per affiancare Ronaldo. L’argentino, dal rientro dall’infortunio, non ha ancora convinto: entra poco in area di rigore, salta a fatica l’uomo e continua a ciondolare nella posizione di una mezzala destra.

Per il match dell’Allianz Stadium è stato designato l’arbitro Paolo Valeri, che sarà coadiuvato dagli assistenti Giallatini e Peretti; il quarto ufficiale sarà Sacchi; al Var Calvarese e Paganessi.

Blitz di Ronaldo in Svizzera

Parentesi Ronaldo. Ieri il portoghese e la compagna Georgina Rodriguez hanno postato sui propri canali social le foto di un volo a bordo del loro jet privato. Nessun giallo, attenzione, poiché come spiega Cm.com, CR7 ha fatto un blitz di qualche ora, non ieri bensì mercoledì 5 maggio, in Svizzera, per girare uno spot pubblicitario con uno dei suoi sponsor. Trattandosi sia una trasferta di lavoro inferiore alle 120 ore, il 5 volte pallone d’oro non si è dovuto sottoporre a protocolli ed isolamento, allenandosi regolarmente con i compagni.