Verso Juventus-Lazio: formazione bianconera in alto mare

Tanti dubbi per Sarri in vista del big match di lunedì: problemi in difesa per la Juve

verso juventus lazio formazione

Dopo il venerdì di riposo concesso da Maurizio Sarri, riprende oggi la preparazione in vista di Juventus-Lazio, posticipo della 34a giornata di Serie A del 21 luglio. Lunedì sera i campioni d’Italia sono chiamati a cancellare le ultime tre prestazioni deludenti che hanno registrato alcuni record particolarmente negativi per la Vecchia Signora. La Juve deve vincere 3 delle prossime 5 partite per chiudere definitivamente il discorso scudetto e vuole farlo partendo proprio dalla vittoria contro la Lazio di Simone Inzaghi, che in stagione ha già battuto Sarri due volte: all’andata in campionato e nella finale di Supercoppa Italiana.

Contro i biancocelesti i dettami tattici del tecnico bianconero hanno sempre fatto fatica, ma i biancocelesti stanno attraversando un periodo di crisi nera e non approfittarne sarebbero “delittuoso”. Di sicuro, nemmeno la Juventus arriva all’appuntamento nel migliore dei modi. Sono diversi i giocatori di cui Sarri non potrà disporre: dai lungodegenti De Sciglio e Khedira, passando per Bernardeschi squalificato e Chiellini che, mandato in campo troppo in fretta col Sassuolo, è incappato in una ricaduta al polpaccio. È corsa contro il tempo per recuperare Bentancur, che ha rimediato un indurimento muscolare contro i neroverdi, mentre sono da verificare le condizioni di Bonucci e de Ligt, il primo alle prese con un problema al tallone, l’altro con una spalla che dovrà essere operata.

Verso Juventus-Lazio: la probabile formazione bianconera

Con questi presupposti, la Juventus dovrebbe affrontare la Lazio con Szczesny tra i pali, Danilo e Alex Sandro terzini e due centrali tra Rugani, Bonucci e de Ligt. In cabina di regia ci sarà Pjanic, con Rabiot che potrebbe essere dirottato nel ruolo di mezzala destra, a meno che non abbia una chance Ramsey. In avanti, con Ronaldo e Dybala dovrebbe partire dal primo minuto Cuadrado, per poi dare spazio a Douglas Costa a gara in corso.