Verso Juventus-Benfica: portoghese in stato di grazia

La Juve troverà mercoledì un’avversaria in grande forma nel 2° turno di Champions League

juventus benfica

Mancano poche ore all’importantissimo incontro tra Juventus e Benfica, valido per la seconda giornata del Gruppo H di Champions League.

Benfica: 6 vittorie su 6 in Portogallo

I bianconeri si troveranno ad affrontare una formazione temibile ed in grande forma. In Primeira Liga, la compagine biancorossa ha vinto 6 partite su 6 giocate, assicurandosi la vetta della classifica con 18 punti e mantenendo gli storici rivali del Porto a debita distanza. In questo inizio di campionato, le aquile hanno sconfitto in sequenza cronologica: Arouca (4-0), Casa Pia (1-0), Boavista (3-0), Paços de Ferreira (3-2), Vizela (2-1) e Famalicão (1-0).

Anche il cammino in Champions League è stato, sino ad ora, netto: doppia vittoria nei match di andata e ritorno del terzo turno di qualificazione contro il Midtjylland per 4-1 (in terra lusitana) e 3-1 in Danimarca. Poi, altri due trionfi nel Playoff di Champions contro la Dinamo Kiev: 3-0 in Portogallo e 2-0 nella partita giocata allo Stadion Miejski di Łódź. Qualificatisi, in Champions, e sorteggiati nel girone H, la prima partita giocata dagli Encarnados è terminata con l’ennesima vittoria stagionale: 2-0 al Maccabi Haifa con reti di Rafa Silva (già a quota 7 reti in stagione) e Alejandro Grimaldo.

Schmidt e Joao Mario suonano la carica

L’allenatore del Benfica Roger Schmidt è sicuro di potersi giocarsi fino alla fine la qualificazione agli ottavi ed è riuscito a convincere di questo anche i propri ragazzi: «Non sarà facile riuscire ad arrivare fino ai quarti di finale come l’anno scorso, ma ci proveremo».

In vista del match contro la Juventus, l’ex Inter Joao Mario, uno dei leader delle “aguias” biancorosse, ha dichiarato: «Siamo sulla strada giusta. Anche la scorsa stagione siamo capitati in un girone di ferro (con Bayern Monaco e Barcellona, ndr). La Champions, del resto, è sempre così. Alla vigilia della partita contro il Maccabi non ci aspettavamo di certo una gara facile. E sarà così anche a Torino o contro il Psg».