Verso Dinamo Kiev-Juventus: Pirlo spera in Ramsey e Dybala

Mertedì il debutto della Juve in Champions League, chi recupera e chi no

dybala dinamo kiev juventus

La Juventus deve archiviare immediatamente il pari deludente di Crotone e proiettarsi immediatamente in Champions League. Martedì, infatti, ci sarà il debutto dei campioni d’Italia in coppa: alle 18:55 si gioca Dinamo Kiev-Juventus e alla luce delle più recenti prestazioni bianconere (pari con Roma e Crotone) i tifosi della Vecchia Signora ora tempo gli ucraini. La Juve ha confermato nella trasferta calabrese di essere un cantiere ancora aperto e che quando mancano uomini in grado di risolvere le partite da soli, come Ronaldo o Dybala, è più difficile portare a casa il risultato.

Verso Dinamo Kiev-Juventus: chi recupera e chi no

Detto questo, già da oggi mister Andrea Pirlo e il suo staff lavoreranno per preparare la partita di martedì sera, anche se giocando ogni tre giorni, di tempo per “provare cose” non ce n’è molto. Tra lavoro di scarica e recuperi vari, da qui ai primi di novembre la Juventus avrà un solo allenamento per preparare le singole partite. La speranza è innanzitutto di riavere al più presto gli elementi al momento non a disposizione. Nello specifico, in vista della partita di Champions League non ci saranno sicuramente CR7 e McKennie positivi al coronavirus, de Ligt che non ha ancora completato il suo recupero e con ogni probabilità nemmeno Alex Sandro.

Sarà sicuramente a disposizione Paulo Dybala, che ieri è partito per Crotone, ma non è stato rischiato poiché viene da due settimane di problemi gastrointestinali. Il numero 10 ha due sessioni per mettere minuti nelle gambe e se sarà in condizioni decenti, potrebbe addirittura scendere in campo dal primo minuto per giocare 60 minuti a Kiev. L’altro recuperabile è Ramsey, che è reduce da un problemino muscolare rimediato con il Galles, ma che tra oggi e domani potrebbe essere definitivamente risolto. Per il resto, rispetto alla formazione vista a Crotone, torneranno sicuramente Szczesny e Chiellini, mentre a centrocampo Rabiot è in vantaggio su Arthur per affiancare Bentancur. Difficile che venga riproposto Portanova, mentre Cuadrado potrebbe essere dirottato a sinistra per lasciare spazio a Chiesa sul versante destro. Il viola salterà sicuramente la prossima di campionato per squalifica.