Tonali tra Juve e Inter? “Decide lui”, promette Cellino

La Juventus segue Sandro Tonali, ma non vuole andare all’asta

tonali juve inter

Sandro Tonali, 20enne centrocampista del Brescia, sarà uno dei pezzi pregiati del prossimo mercato estivo. Il presidente Massimo Cellino aveva fissato il prezzo del cartellino sui 50 milioni di euro, ma l’emergenza coronavirus ha inevitabilmente cambiato tutto. La Juventus è fortemente interessata a quello che per molti addetti ai lavori è ritenuto “il nuovo Pirlo”, ma non è disposta ad arrivare ad aste e inoltre vorrebbe inserire nella trattativa qualche giovane contropartita. “Per Nainggolan, ai tempi del Cagliari, ho rinunciato ai soldi della Juventus perché ero convinto che Radja avesse bisogno del calore di Roma e ho avuto ragione – racconta oggi Cellino a Tuttosport – Tonali è un ragazzo più freddo, del nord. Però dentro è un sentimentale. Ecco perché, siccome sono romantico, mi piacerebbe vederlo alla Roma o al Napoli. Però difficilmente succederà. Io preferirei che restasse comunque in Italia. Juve o Inter? Dipenderà da Tonali, sarà lui a scegliere. Ma spero che resti in Italia e che giochi. Deve diventare un Iniesta”.

Tonali vicino al cambio di maglia a gennaio

Si dice che la Juve abbia già provato a prendere Tonali a gennaio, prima sostanzialmente di anticipare l’acquisto di Kulusevski. A sentire Cellino, che non fa il nome della società, sembra proprio che Paratici abbia fatto con lui lo stesso tentativo andato a buon fine con Atalanta e Parma. “A gennaio una squadra importantissima è venuta da me dicendomi che voleva Tonali. Io non ho fatto cifre, ma soltanto una domanda: lo faresti giocare subito titolare in Champions League? ‘Te lo lascerei a Brescia fino a fine stagione’. E allora io gli ho detto: ‘Grazie, ma allora me lo tengo io del tutto e ne riparliamo a luglio’. A febbraio ho ricevuto un’altra richiesta importantissima – prosegue il patron del club lombardo – e non ho detto nulla con Tonali con l’intento di fargli una bella sorpresa a giugno. Il nome della squadra non posso dirlo, tanto purtroppo il coronavirus ha cambiato tutto”.

E se il Brescia non torna in campo?

E l’emergenza potrebbe cambiare ancora molto perché Cellino ha ribadito che qualora il campionato riprenderà, il Brescia non rischierà la salute per tornare in campo. A quel punto, saltando sostanzialmente 12 partite di Serie A, il prezzo di Tonali potrebbe ulteriormente scendere e chi riuscirà ad ottenere la fiducia del ragazzo, ne strapperà anche la firma.