Superlega: Ceferin si è arreso, cancellate le sanzioni e ora?

Il presidente dell’Uefa rischiava un’incriminazione

ceferin superlega resa

Preso atto del rischio di un’incriminazione per il presidente Aleksander Ceferin, l’UEFA ha ritirato le sanzioni nei confronti di tutti i club della Superlega. Il tribunale di Madrid era infatti pronto a mettere sotto processo il capo del “governo” del calcio europeo, che a poche ore dallo scadere dell’ultimatum, ha alzato bandiera bianca. “A seguito della sospensione dei procedimenti nei confronti di FC Barcelona, Juventus FC e Real Madrid CF – si legge nella nota ufficiale – nella vicenda relativa a una potenziale violazione del quadro normativo UEFA in relazione alla cosiddetta ‘Super League’, la Corte d’Appello UEFA ha dichiarato oggi nullo il procedimento, come se il procedimento non fosse mai stato aperto”.

L’Uefa ritira le sanzioni alla Superlega e ora?

In questo modo, in sostanza, la battaglia dei tre club ha consentito di sollevare anche le azioni agli altri 9, fuggiti dalla competizione nel giro di 48 ore. Attenzione, però, perché ora la Superlega potrebbe rifarsi sui “fuggitivi”, chiedendo il pagamento delle penali se non rientrassero. Insomma, in attesa che si pronunci la Corte Europea dei diritti, Ceferin incassa un’altra sconfitta. E on lui tutti coloro i quali hanno sin da subito avversato la SuperLeague bollandola come una “follia”. Con il passare dei mesi, l’Uefa è stata via via sconfessata e ora rischia, qualora fosse riconosciuta la sua posizione predominante, anche di perdere il monopolio delle competizioni europee.