Dalla Spagna: Rabiot non gioca, la mamma irritata

Secondo Don Balon la mamma-agente di Rabiot avrebbe riallacciato i contatti con il Barcellona

rabiot mamma veronique irritata

La mamma-agente di Adrien Rabiot sarebbe irritata per lo scarso utilizzo da parte di Maurizio Sarri alla Juventus. Lo scrive Don Balon, giornale spagnolo che rilancia anche la candidatura del Barcellona per il futuro del centrocampista francese. Difficilmente a gennaio, probabilmente la prossima estate, secondo i giornalisti iberici, l’ex Paris Saint Germain potrebbe lasciare la Juve. Fin qui Rabiot ha collezionato quattro presenze, tre in campionato (due da titolare) e una in Champions League, un bottino troppo magro per quello che era considerato uno dei più importanti acquisti del club bianconero nella sessione estiva 2019.

Rabiot ultimo nelle gerarchie di Sarri

Per assicurarsi le prestazioni dell’ex Paris Saint Germain, la Juventus gli ha fatto sottoscrivere un contratto di quattro anni da 7 milioni l’anno più bonus, assicurando alla mamma-agente Veronique una commissione da 10 milioni di euro. Un investimento importante, insomma, anche se non sono stati spesi soldi per il cartellino. Purtroppo in campo Rabiot non ha reso per quanto sperato: lento e impacciato, il centrocampista è scivolato rapidamente in fondo alle gerarchie del centrocampo di Sarri, che nelle ultime uscite gli ha preferito, oltre ai vari Matuidi, Khedira e Ramsey anche Emre Can e Bentancur.

Il tecnico bianconero, almeno pubblicamente, continua a difenderlo sottolineando che il ragazzo sia reduce da un lungo periodo di inattività che gli avrebbe fatto perdere il ritmo partita e l’abitudine a giocare ad un certo livello. Insomma, ci vuole pazienza prima di rivedere il ragazzo che ha incantato tutti qualche stagione fa, anche perché non è semplice adattarsi ad un nuovo calcio. Alla Continassa si lavora per mettere Rabiot in condizione di rendere al meglio e prima possibile. Certo, se poi l’impiego dovesse essere magro anche a fine stagione (a gennaio non si prende nemmeno in considerazione un divorzio) e la mamma Veronique dovesse chiedere la cessione, la dirigenza Juve si siederà ad un tavolo e deciderà il da farsi.